24 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Luglio 2021 alle 21:10:00

Provincia di Taranto

“Persi i finanziamenti per l’area industriale. Ma pagati i tecnici”


GROTTAGLIE – Forse un errore nella formulazione dell’istanza e la città ha perso circa due milioni di euro di finanziamento utili ad infrastrutturare l’area Pip. Al danno la beffa perchè per realizzare il progetto da candidare ai fondi Fesr regionali il Comune avrebbe speso circa 5mila euro come compenso per i professionisti esterni incaricati. Scoppia il caso. Il consigliere comunale del Pdl, Davide Chiovara avrebbe già voluto discuterne in aula, ma nonostante abbia presentato interrogazione la questione resta in sospeso.

“In data 20 marzo – racconta – ho inviato formalmente al sindaco Ciro Alabrese richiesta di interrogazione urgente con risposta scritta sulla Determinazione n.182 del 28/2/2012 avente come oggetto Lavori completamento della zona industriale Pip. Da allora sono passati più di 30 giorni e non ho ricevuto alcuna risposta. Dalla determina si evince che il Comune di Grottaglie non è risultato destinatario del finanziamento, a quanto pare per motivazioni che investono aspetti puramente formali relativi alla modalità di presentazione dell’istanza di finanziamento. Ho chiesto spiegazioni, ma l’Amministrazione ha fatto scena muta. Ho chiesto all’Amministrazione di conoscere a quanto ammonta l’impegno di spesa per il pagamento del compenso al personale interno incaricato considerata che la candidatura del Comune non è stata accolta e se questo è stato pagato. Ma l’Amministrazione anche questa volta ha fatto scena muta”. “ Poichè sono stati sborsati dei soldi dalle casse comunali – sottolinea il consigliere Chiovara – i cittadini hanno diritto di sapere e di conoscere come sono stati spesi. Ma l’amministrazione fa ancora scena muta”. Eppure il regolamento comunale stabilisce che le interrogazioni vanno discusse entro venti giorni, ma dal 20 marzo di giorni ne sono trascorsi più di trenta e sulla questione sembra calato il silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche