Provincia

Il Pdl viaggia nel segno del rinnovamento


MARTINA F. – Il Popolo delle Libertà viaggia nel segno del rinnovamento in valle d’Itria. E’ il chiaro messaggio emerso ieri sera durante la convention celebrata al Park Hotel San Michele su iniziativa del consigliere regionale Gianfranco Chiarelli che dopo il voto prenderà in mano le redini del partito per traghettarlo verso il congresso. Un incontro che ha portato in città i referenti del partito. Erano presenti, infatti, l’europarlamentare Raffaele Baldassarre, il senatore Lino Nessa, il consigliere regionale Rocco Palese ed il coordinatore vicario provinciale Renato Perrini.

Ed ovviamente Michele Marraffa, in qualità di candidato sindaco della coalizione composta da Pdl, La Puglia Prima di Tutto ed il movimento Idea Lista. Un’occasione per ragionare e discutere con l’elettorato di tanti importanti temi che, specie in questi ultimi giorni di campagna elettorale, stanno tenendo alto il dibattito in città. L’eurodeputato Baldassarre ha introdotto il tema legato al turismo, ponendo l’accento sulla necessità di intercettare i fondi europei messi a disposizione per finanziare attività legate al settore, ma soprattutto ha esplicitato l’importanza di mettere al governo una squadra che abbia la forza e le capacità necessarie per ottenere tali finanziamenti. Palese, capogruppo consigliare del Pdl in Regione, ha invece illustrato la situazione in cui versa la sanità pugliese, oberata da tasse eccessive che hanno quale unico scopo quello di mantenere personaggi, molto spesso vicini ai partiti di maggioranza, sulle loro poltrone. E’ toccato poi al consigliere Gianfranco Chiarelli affrontare il discorso elezioni. E’, infatti, entrato nel merito parlando della squadra messa in campo da Marraffa e del rinnovo messo in atto all’interno del partito: su 70 candidati consiglieri, solo 8 sono “vecchie glorie”. Il resto sono volti nuovi della politica martinese. A tal proposito il senatore Nessa (coordinatore locale del Pdl almeno fino a dopo le elezioni) ha rimarcato facendo riferimenti alla “pulizia” che il partito di Berlusconi, a Martina Franca, ha dovuto compiere per escludere alcuni individui. E’ toccato poi, naturalmente, a Michele Marraffa illustrare la progettualità della sua lista, le sue idee e i suoi propositi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche