18 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Maggio 2021 alle 08:41:07

Provincia

La denuncia di Sinistra Unita: “Lizzano è nella spazzatura”

Nonostante sia stata raddoppiata la Tari, i rifiuti che i cittadini differenziano non verrebbe raccolta per giorni e giorni interi


LIZZANO – “Da più di un mese le strade e i marciapiedi di Lizzano sono quasi tutti completamente invasi da spazzatura e questo disservizio è iniziato nel mese di dicembre e continua a manifestarsi ancora in questi giorni del nuovo anno”.

La denuncia è del Gruppo Sinistra Unita. “La spazzatura che i cittadini lizzanesi producono e che con molta diligenza differenziano non viene raccolta per giorni e giorni e ci si ritrova a camminare per il paese facendo attenzione ai sacchi che giacciono indisturbati davanti alle nostre case o presso gli angoli delle strade- sottolinea-  comprensibile il forte disagio per tutta  la cittadinanza  in quanto tale situazione diventa sempre più seria e drammatica con il trascorrere dei giorni.

Quindi, non solo in questo paese e nella sua marina non vengono effettuati i numerosi servizi che la ditta incaricata della raccolta è obbligata  a effettuare per contratto, come ad esempio spazzamento delle strade urbane e della litoranea, raccolta rifiuti al cimitero, , ma non viene espletato neanche il servizio minimo di raccolta della spazzatura differenziata, che come detto da  giorni giace per le strade, sui marciapiedi e nelle piazzette, con le drammatiche conseguenze per la salute dei cittadini, oltre che per la disastrosa immagine di un paese”.

Il gruppo Sinistra Unita si chiede cosa stia facendo l’amministrazione comunale per  risolvere il problema.

“E’ una situazione deplorevole e che rasenta l’assurdo – prosegue il gruppo politico-    una vera presa in giro nei confronti dei lizzanesi che pagano pesanti tasse, ricordiamo che a novembre c’è stato il raddoppio e in alcuni casi triplicazione della Tari, un servizio ormai quasi fantasma che però viene pagato a peso d’oro. In questo paese lo scenario sembra apocalittico, da più di un mese, la presenza costante di sacchi e bidoni dei più svariati colori, poiché ogni colore definisce la tipologia del  rifiuto: bidone marrone per l’umido, bidone blu per il vetro, sacco giallo per la plastica, sacco bianco per la carta e sacco grigio per l’indifferenziata.  E’ una Lizzano interamente colorata, ma non sono  colori di gioia,  sono i colori dell’irresponsabilità  e della totale incapacità e inerzia di una amministrazione di centro destra che non affronta e  non risolve il   problema.
Ed ecco che qualche giorno addietro si è verificato ciò che da diverso tempo molti cittadini dichiaravano di fare, cioè hanno  lasciato davanti alla porta del Municipio un abbondante  mucchio di sacchi di spazzatura durante la notte; finalmente una forma di protesta dei lizzanesi! Questa modo di protestare, ovviamente è il frutto dell’esasperazione e della disperazione della cittadinanza nei confronti di una amministrazione incapace di tutelarli, inoltre è anche una risposta eclatante a una situazione insopportabile, un modo di opporsi all’aumento della tassa rifiuti versata dai cittadini nelle casse comunali che non ha corrispondenza alcuna nel servizio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche