Provincia

“Vogliamo più garanzie e controlli”


GROTTAGLIE – Delusione e, in alcuni casi anche rabbia. Sono i sentimenti che si respiravano giovedì sera nell’aula consiliare dove, finalmente dopo innumerevoli tentativi per riuscire ad ottenere la disponibilità del sito, gli ambulanti della città hanno potuto riunirsi per cominciare a ragionare, uniti, sul da farsi circa la soluzione dei problemi del settore. Abusivismo, igiene precaria, carenza di parcheggi e strutture fatiscenti sono tra le principali cause del disagio che una ventina di operatori dei mercati coperti di via Delle Torri e di via Campitelli lamento ormai da settimane. Minacciano la serrata se a breve giro di posta l’amministrazione comunale non garantirà “più controlli e tutela”.

Il 23 aprile scorso in consiglio comunale venne affrontato il problema ed il consigliere di Sud in Movimento, Cirò D’Alò riuscì a strappare la promessa da parte del sindaco Ciro Alabrese di realizzare, entro 15 giorni, i nuovi parcheggi a pettine davanti alle due strutture mercatali. Il tempo è scaduto e questo alimenta la tensione tra gli ambulanti che, intanto, hanno ottenuto il trasferimento dell’iniziativa “Campagna Amica” inizialmente destinata a contribure ad incentivare l’attività nei mercati e poi, stranamente, trasferita nella piazza centrale del paese. Dopo due sabati, dalla scorsa settimana, però l’attività della Coldiretti è davanti alla piazza. Ma gli ambulanti non mollano ed hanno già chiesto un nuovo incontro al sindaco ed all’assessore alle Attività Produttive, Daniela Diligente per cercare di superare le difficoltà legate, soprattutto, alla presenza di un cospicuo numero di abusivi che, oltre a non rispettare il limite di 200 metri dall’ingresso del mercato, stazionano abitualmente in quelle zone a danno di chi lavora nei box dei mercati coperti. “I vigili urbani si sono visti solo per un paio di giorni” hanno denunciato gli ambulanti che, invece, sollecitano la presenza costante di organi di controllo per garantire il rispetto delle regole e delle norme.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche