20 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 22:59:00

Provincia di Taranto

Crispiano sbarca in tutti i cinema nel film con Raoul Bova

Le suggestive immagini della masseria Lupoli in “Sei mai stato sulla luna?” Il sindaco Ippolito: “Motivo di profondo orgoglio per la nostra comunità”


CRISPIANO-  In questi giorni è in programmazione nelle principali sale cinematografiche italiane “Sei Mai Stata sulla Luna?”, il nuovo film di Paolo Genovese che si avvale di un cast d’eccezione composto, tra gli altri, da Raoul Bova (nella foto), Neri Marcorè, Giulia Michelini, Sergio Rubini, Liz Solari, Nino Frassica, Sabrina Impacciatore ed Emilio Solfrizzi.

Le migliaia di spettatori che, in tutta Italia, vedranno questo film potranno apprezzare anche la straordinaria bellezza della Masseria “Lupoli” dell’azienda agricola “Luigi Perrone”, una delle più affascinanti delle cento Masserie di Crispiano.

E’ uno splendido esempio di architettura rurale meridionale che, oltre a una torre medioevale con caditoia, oggi mostra al visitatore un corpo di fabbrica che presenta tutti gli elementi tipici del paesaggio rurale del nostro territorio: trulli, alte recinzioni con muretti a secco e un palazzo padronale; tra l’altro in questo meraviglioso complesso, la cui storia documentata inizia nel lontano Cinquecento, ha sede il Museo della Civiltà Contadina.

Nello scorso autunno in questa masseria del territorio di Crispiano Paolo Genovese ha girato diverse scene del film “Sei Mai Stata sulla Luna?”, le altre riprese sono state effettuate a Milano e Parigi, una pellicola che racconta l’incontro tra due mondi diversi: campagna e città. Oltre che nella Masseria Lupoli, diverse sequenze del film “Sei Mai Stata sulla Luna?” sono state girate anche nei pressi della Masseria del Duca, un’altra delle Cento Masserie di Crispiano, e in diversi punti di quella suggestiva grande “location a cielo aperto” rappresentata dal territorio rurale di Crispiano.

Il sindaco di Crispiano, Egidio Ippolito, ha dichiarato: “sapere che le immagini di alcune delle Cento Masserie di Crispiano e della nostra campagna vengono viste in questi giorni da migliaia e migliaia di persone nei cinema di tutta Italia, e che in futuro saranno viste anche in migliaia di case grazie al circuito dell’home video, è motivo di profondo orgoglio per tutta la comunità crispianese. Anche questo – ha aggiunto – è uno dei tanti risultati della lungimirante intuizione del Gal Colline Joniche, in particolare del presidente Antonio Prota, di puntare sulla valorizzazione dell’inestimabile patrimonio delle Cento masserie di Crispiano inserendole della Green Road, progetto oggetto di una intensa e articolata attività di promozione in Italia e all’estero”.

Il sindaco Ippolito ha poi concluso: “Sono sicuro che la valorizzazione e la promozione da un lato dell’inestimabile patrimonio rappresentato dal nostro paesaggio rurale con le Cento Masserie, da un altro delle nostre tradizioni folkloristiche, come il presepe vivente o il carnevale estivo, possa portare allo sviluppo di quel turismo “destagionalizzato” in grado di rappresentare uno dei principali fattori dello sviluppo dell’economia di Crispiano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche