Provincia

Un vertice in Prefettura per l’emergenza rifiuti a Lizzano

Il caso al centro di un incontro alla presenza del Prefetto


LIZZANO – Dopo la richiesta dei consiglieri di opposizione al Comune di Lizzano, Antonio Lecce (Pd), Ilaria Saracino (Sinistra Unita), Antonio Cavallo (Il Giglio), Giuseppe Donzello (Lizzano Nuova) e Valerio Morelli (Movimento 5 Stelle), arriva la convocazione in prefettura, per domani alle ore 10, al fine di affrontare il problema inerente il disservizio di raccolta dei rifiuti urbani.

“Un’emergenza – spiegano i consiglieri – che dura ormai da diversi mesi, sfociata in un’azione clamorosa di qualche settimana fa con il deposito di diversi sacchetti di rifiuti vicino al portone d’ingresso della casa municipale. I cittadini lizzanesi sono stanchi di depositare i rifiuti della raccolta differenziata vicino alle loro porte ed assistere, quasi quotidianamente, alla mancata raccolta degli stessi. Risultato: strade e piazze piene di rifiuti di ogni genere, invasione delle campagne e della marina di tali prodotti, pericolo per la salute pubblica dei cittadini. Se a tutto questo si aggiungono i mancati stipendi agli operatori ecologici, con conseguenti stati di agitazioni e scioperi degli stessi, il quadro diviene desolante e sconfortante. A fronte di ciò, il sindaco e la Giunta sembrano impotenti, lasciando un intero territorio allo sbando più totale, dopo aver letteralmente massacrato di alte tasse cittadini, commercianti e artigiani”.

I consiglieri di minoranza, uniti e compatti, con il sostegno delle forze politiche locali di opposizione, hanno raccolto “il grave disagio che vive la popolazione lizzanese e hanno voluto rappresentare al Prefetto di Taranto la precaria situazione della comunità di Lizzano. Si ripone grande fiducia nell’azione che il Prefetto di Taranto vorrà esercitare, ad iniziare dall’incontro in programma domani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche