Provincia

Scattaglia: “L’ospedale San Marco non chiude”


GROTTAGLIE – L’ospedale “San Marco” non chiude. I 101 posti letto saranno garantiti. L’unico punto interrogativo resta il Punto Nascita. Stamattina il direttore generale dell’Asl di Taranto, Fabrizio Scattaglia ha partecipato alla riunione della III Commissione “Politiche sociali” per cercare di spazzare via le ombre cadute sul futuro del San Marco. Alcune scelte operate di recente con il trasferimento di personale e di attrezzature all’ospedale “Giannuzzi” di Manduria avevano gettato allarme tra utenti ed operatori del “San Marco” circa una ipotetica chiusura del nosocomio grottagliese.

“Il San Marco non è un ospedale destinato a chiudere” ha confermato senza dubbi Scattaglia che ha parlato di una rimodulazione dei posti letto in funzione dell’attività svolta presso il nosocomio. Ad esempio la chiururgia potrebbe sparire per via dal fatto che il numero di interventi eseguiti non ne giustifica la sua esistenza. Ma quei posti letto verrebbero ripartiti sugli altri reparti. Unico dubbio, invece, è la conservazione del Punto Nascita che a fine anno la Regione dovrebbe stabilire se lasciare in vita o meno. Su questo argomento Scattaglia è sembrato scettico poichè la struttura del “San Marco” non avrebbe i requisiti richiesti: i parti si fermano ad 800 contro i mille previsti e di questi solo 180 sono mamme grottagliesi. Inoltre non c’è la rianimazione. In arrivo ci sarebbero, intanto, gli ostetrici del “Giannuzzi” che in vista di una chiusura termporanea del reparto (si vocifera per lavori) verrebbero impegnati a Grottaglie. Questo anche per risolvere il problema della turnazione durante le ferie estive. Il sindaco Ciro Alabrese intanto è soddisfatto di questo primo incontro e commenta: “Abbiamo aperto una riflessione a lungo termine che conferma l’ultilizzo del nostro ospedale per il futuro e soprattutto in vista del nuovo SS. Annunziata. Grottaglie ha un ospedale che funziona e che serve al territorio, ovviamente nella logica della nuova medicina”.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche