Provincia

Appia Energy incassa sei sì


MASSAFRA – Sei sì per il raddoppio. Stamattina gli amministratori dell’Appia Energy hanno incassato i pareri degli enti per l’autorizzazione della seconda linea della centrale termoelettrica di contrada Console a Massafra. Si tratta del primo impianto di produzione di energia elettrica da cdr, ovvero da combusibile da rifiuto che la società del gruppo Marcegaglia vorrebbe potenziare. La richiesta era partita all’indirizzo degli enti che stamattina hanno preso parte alla prima conferenza di servizi tenutasi in Provincia. Erano presenti Asl, Arpa, Provincia, Comune di Massafra, Spesal, Forestale ed ovviamente la società.

L’impianto della potenza lorda di 12,25 mw è composto da un sistema di combustione a letto fluido bollente e generatore di vapore che consente, appunto la trasformazione del cdr in energia elettrica. L’obiettivo della società è quello di bruciare più cdr e quindi di produrre maggiore energia da fonte rinnovabile. Un raddoppio sul quale la società sembra ottimista visto l’esito della conferenza di servizi odierna. Sei i pareri favorevoli al progetto. Ad esprimersi in tal senso sono stati l’Asl, il Comune di Massafra, la Sovrintendenza ai Beni Ambientali, la Forestale, i vigili del fuoco e lo Spesal. Mentre l’Arpa ha chiesto l’integrazione della documentazione per chiarimenti di natura tecnica che attengono al dettaglio del cdr da bruciare. Mancano ancora i pareri dell’ente Parco delle Gravine, dell’Autorità di Bacino e della Regione Puglia. Pareri sui quali dovrà esprimersi in ultimo la Provincia per il rilascio dell’autorizzazione definitiva con cui dare il via libera al raddoppio dell’inceneritore. Quello di stamattina è un primo passo che lascia ben sperare gli amministratori dell’Appia Energy che tornano a casa con un buon risultato. Sei pareri favorevoli su dieci rappresentano già la maggioranza.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche