Provincia

Pulsano, il ‘depuratore’ diventa realtà

L’incontro con l’assessore Giannini: sarà anticipata la consegna del canale Maestro prevista per il 13 aprile


PULSANO – Il depuratore prossimo al capolinea. Giovedì mattina, presso l’ufficio dell’assessore regionale ai lavori pubblici Giovanni Giannini, si è tenuto un incontro informale per fare il punto della situazione in merito allo stato dei lavori e ai tempi di messa in funzione del nuovo impianto di depurazione di Pulsano. All’incontro, al quale erano presenti, oltre all’assessore, anche l’ingegnere Giuseppe Valentini dell’Acquedotto Pugliese e il dirigente della Regione Puglia ingegnere Luca Limongelli, ha partecipato la consigliere comunale di Pulsano Maria Cristina Tomai Pitinca, capogruppo del Partito Democratico.

“L’assessore Giannini è intervenuto per sollecitare telefonicamente l’ingegnere Mario Tardugno, responsabile per il Consorzio di Bonifica Stornara e Tara, a rilasciare il collaudo parziale del Canale Maestro, il canale attraverso cui saranno smaltite le acque reflue del depuratore. Sebbene le opere per l’innalzamento degli argini in alcuni tratti non siano ancora ultimate, i lavori di realizzazione del canale sono nei fatti terminati e l’ampiezza dello stesso risulta sufficiente alla quantità dei reflui e delle acque piovane previste”. In altri termini, “gli ultimi accorgimenti ancora mancanti non ostano il corretto funzionamento del canale e, perciò, l’intervento dell’assessore, che ha trovato la disponibilità del Consorzio, permetterà di anticipare la consegna del Canale Maestro in anticipo rispetto alla data prevista del 13 aprile”.

“Plaudo alla disponibilità mostrata dall’assessore Giannini e alla soluzione prospettata dall’incontro” commenta la consigliere comunale Tomai Pitinca. “Mi auguro che il Consorzio di Bonifica Stornara e Tara sia pronto nel più breve tempo possibile nel rilasciare tutta la documentazione necessaria in modo da garantire quanto prima la messa in funzione del nuovo depuratore. In questo momento il mio pensiero va a tutti quei cittadini che ancora oggi, a causa del sequestro del vecchio impianto, non hanno potuto allacciarsi alla rete fognaria e sono rimasti privi di questo servizio primario. Per loro e per Pulsano si prospetta finalmente la soluzione di questa lunga problematica”.

A commentare la notizia anche la consigliere comunale Anna Salamida, capogruppo del Laboratorio Democratico e presidente della Commissione Ambiente: “L’impegno politico a livello regionale continua a protare i suoi frutti e solo grazie agli assessori del Partito Democratico la questione depuratore si sta risolvendo. Abbiamo appreso che martedì prossimo il Sindaco convocherà una conferenza servizi a Pulsano: ci chiediamo quanto sia produttivo un incontro presso il Municipio quando, invece, sarebbe stata più auspicabile una riunione in Regione”.

Il circolo del Pd di Pulsano si augura che il lungo percorso tecnico e burocatico, pieno di ostacoli e difficoltà, che ha attraversato la vicenda dell’impianto di depurazione, sia finalmente giunto al termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche