Provincia

L’Arpa rassicura Tamburrano


MASSAFRA – Per ora è un nì, ma già la prossima settimana il sindaco Martino Tamburrano potrebbe essere in grado di dire se rilascerà l’autorizzazione per il raddoppio del termovalorizzatore dell’Appia Energy. Ieri sera ha incontrato il direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato. “Mi ha rassicurato sulla bontà dell’impianto” racconta il primo cittadino che in conferenza di servizi, il 18 maggio scorso, ha rilasciato come Comune il parere tecnico-urbanistico favorevole alla proposta di raddoppio.

“Sotto l’aspetto urbanistico non ho nulla da eccepire – dichiara – ma è sulla sicurezza ambientale che ho cercato chiarezza attraverso l’Arpa. Il direttore Assenatto mi ha garantito che l’attività dell’impianto sarà sottoposta a controlli continui e che, comunque, gli inceneritori sono impianti sicuri”. Aspetta ulteriori certezze prima di esprimersi in maniera definitiva. “Il mio sì all’autorizzazione – aggiunge Tamburrano – sarà condizionati dalle risposte che arriveranno la prossima settimana. Con l’Arpa abbiamo avviato un confronto mirato a stabilire quale impatto ambientale un termovalorizzatore da 25mw possa avere sul territorio. Aspetto il risultato di nuove analisi. Poi deciderò”. Ma il suo sì all’autorizzazione sembra condizionato anche da un altro elemento: la royalty. L’Appia Energy dovrebbe cioè versare al Comune somme compensative per la presenza sul territorio dell’impianto. Somme che il sindaco ha già fatto sapere di voler destinare alla riduzione della Tarsu che negli ultimi anni ha subito notevoli e continui aumenti. Somme che, comunque, anche per bocca dell’azionista Antonio Albanese, l’Appia Energy è disposta a versare “indipendentemente dall’esito della nuova conferenza di servizi”. “La richiesta della royalty – conclude il sindaco – sarà il passo successivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche