Provincia

Generazioni a confronto con i film

Al via a Palazzo della Cultura la quarta edizione del cineforum promosso dai giovani del Pd e dalla Rete universitaria nazionale


MASSAFRA – Ha preso il via, presso il Palazzo della Cultura, la quarta edizione del cineforum “Generazioni a Confronto” a cura dei Giovani Democratici di Massafra e Run (Rete universitaria nazionale)

Il 19 marzo  appuntamento con “La mafia uccide solo d’estate” di Pierfrancesco Diliberto, più noto come Pif. È una commedia drammatica che attraverso i ricordi d'infanzia del protagonista ricostruisce, in toni spesso paradossali e ironici, una sanguinosa stagione dell'attività criminale di Cosa nostra a Palermo dagli anni Ottanta fino ai primi anni Novanta. L’ingresso alla proiezioni è gratuito. Seguirà il dibattito con esperti sulle tematiche affinché si instauri un confronto e un incontro di idee. Il  27 marzo sarà la volta di  “Quando c’era Berlinguer” di Walter Veltroni.

Il cineforum è iniziato ieri con il film “Philadelphia (1993, regia di  Jonathan Demme) racconta la storia Andrew Beckett (Tom Hanks , vincitore per questa interpretazione del premio Oscar come miglior attore), giovane avvocato, è stato licenziato dallo studio legale presso cui lavora. I suoi colleghi sostengono che non era competente; Andrew afferma di essere stato licenziato perché malato di Aids. Deciso a difendere la propria reputazione, Andrew assume Joe Miller (Denzel Washington:) , un avvocato, perché lo rappresenti nella causa per licenziamento illecito. I due sono divisi da differenze sociali e culturali e Joe è riluttante ad accettare il caso.

E non è l’unico: nove legali hanno rifiutato di rappresentare Andrew che è impegnato a difendere la sua reputazione e la sua vita. Joe deve affrontare un genere di lotta diverso, confrontandosi con le proprie paure e i propri pregiudizi sull’omosessualità .In questa quarta edizione le tematiche affrontate saranno: Sessualità, Prevenzione e impatto sociale delle malattie sessualmente trasmissibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche