Provincia

Settimana della cultura al Moscati di Grottaglie

Oggi arriva la scrittrice Chiara Gamberale per conversare con gli studenti sul romanzo “Avrò cura di te” scritto con Massimo Gramellini


GROTTAGLIE – Settimana della cultura al Moscati. Il liceo guidato dalla prof.ssa Anna Sturino, ha organizzato non un evento, ma una “settimana della cultura”, una settimana, cioè, in cui la scuola, i docenti, gli alunni, il territorio saranno protagonisti di alcuni incontri davvero significativi con autori di primo piano del panorama letterario italiano che, in diversi ambiti e con differenti modalità, hanno messo in gioco il proprio mondo interiore, le propri idee, i propri sentimenti più autentici.

“Vivere la tolleranza”, “ascoltare le voci dell’anima”, “abitare la memoria” sono i temi attorno ai quali si svilupperanno le tre conversazioni letterarie organizzate dal Dipartimento di lettere del liceo, coordinato dalla prof.ssa Marilena Cavallo. Si è aperta l'altro ieri nell’aula magna della sede di via S. Elia del liceo gli alunni hanno incontrato Etta Ragusa e Rosa Siciliano, due delle venticinque donne che hanno scritto una lettera a papa Francesco e che sono, quindi, tra le autrici del libro intitolato “Caro Francesco”, edizioni Il pozzo di Giacobbe.  Due belle ed intense riflessioni, la prima, quella di Etta Ragusa, sulla non violenza come scelta consapevole per “portare frutti duraturi di giustizia e di pace”; la seconda, quella di Rosa Siciliano, sull’informazione che dovrebbe recuperare la sua radice originaria di “ascolto” anche di ciò che è diverso dagli standard della cosiddetta normalità.

Si continua oggi, mercoledì 15 aprile, quando, in collaborazione con il Presidio del Libro di Grottaglie, il liceo Moscati ospiterà la nota scrittrice Chiara Gamberale, con la quale gli studenti converseranno non solo sulla sua più recente fatica letteraria, ossia il romanzo scritto a quattro mani con Massimo Gramellini dal titolo “Avrò cura di te”, ma anche su altri romanzi come Arrivano i pagliacci, Per dieci minuti, Le luci delle case degli altri. Una scrittrice molto apprezzata, che ama cimentarsi anche con la radiofonia, collabora con note riviste, cura un blog sul sito di Iodonna  e che si occupa soprattutto del complesso universo femminile, delineato e descritto, con straordinaria leggerezza ma anche con sorprendente acume, in tutte le sue sfaccettature.

La Settimana della cultura al Moscati si conclude venerdì 17 aprile, con l’incontro tra gli studenti e  Giovanni Agresti, professore aggregato di Lingua francese presso l’Università di Teramo nonché autore di un romanzo dal titolo “L’amore di lontano”, edizioni Noubs. Nel romanzo i tre protagonisti attraversano incidenti, angosce, incontri che, sullo sfondo di una terra del Sud, li proietteranno verso un futuro di libertà e di risveglio. Tutti gli incontri si svolgono nell’aula magna del liceo Moscati a partire dalle ore 10.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche