19 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 13:52:00

Provincia di Taranto

Un regolamento per il volontariato a Monteiasi

La richiesta del gruppo consiliare “L’impegno per Monteiasi protagonista”. E ancora :“ A quando l’ultimazione delle giostrine alla scuola Pascoli?”


MONTEIASI – Subito in consiglio comunale per discutere di volontariato.

Il gruppo consiliare de “L’impegno per Monteiasi protagonista” costituito da Cosimo Ciura, Giuseppina Ancora e Vincenzo Maranò non perde tempo e a poche settimane dalla chiusura delle urne già interroga la nuova amministrazione del sindaco Grottoli su alcuni temi scottanti che hanno fatto discutere la comunità monteiasina.In primis le attività di volontariato. Sono state notate alcune persone che esercitavano attività di volontariato per la pulizia delle periferie ed è scoppiato il caso. “Persone che per carità ammiriamo per la loro dedizione  – commenta il capogruppo Cosimo Ciura – ma che vanno tutelate anche nella loro attività. Vorrei chiarire che non siamo assolutamente contrari al volontariato ma riteniamo che il settore vada regola¬mentato per garantire la sicurezza di chi fa volonta¬riato”.  In una interpellanza di qualche giorno fa il gruppo consiliare “L’impegno per Monteiasi protagonista” spiega che “i volontari sono equiparati ai sensi dell’art. 2 del D.Lgs 81/2008 ad altre categorie di lavoratori e che quindi vi è l’obbligo di erogare formazione, informazione ed addestramento, di sottoporre i volontari a sorveglianza sanitaria e di fornire adeguati dispositivi di protezione individuale”.

Nel caso specifico il Comune sarebbe il datore di lavoro che pertanto ha l’obbligo di provvedere a tutelare i volontari per evitare ogni tipo di rischio. E’ per tali ragioni che chiedono al consiglio comunale di approvare un regolamento dell’attività di volontariato. “Purtroppo – aggiunge il capogruppo Ciura -, e di questo ce ne dispiace, vecchi e nuovi mestieranti della politica locale, hanno fatto passare il messaggio che noi siamo contrari al volontariato, cosa assolutamente non veritiera.  Noi intendiamo regolariz¬zarlo per tutelare i volontari e l’Ente ed infatti abbiamo inoltrato il 24 giugno scorso la richiesta di convocazione del consiglio comunale per l’approvazione del regolamento delle attività di volontariato che mira a disciplinare il settore. Siamo fiduciosi che la maggioranza sposi questa nostra iniziativa dimostrando apertura verso una meritevole proposta che va ad arricchire i regolamenti comunali già in vigore”.“Ritengo sia una cosa utile e necessaria – conclude Ciura – se si vuole continuare a fare volontariato”.

La questione sembra il pream¬bolo per una lunga discussione in consiglio comunale, ma il gruppo consiliare de “L’impegno per Monteiasi protagonista” ha già messo in pentola altre questioni, tra cui l’ultimazione dei lavori all’interno della scuola elementare “G. Pascoli” relativi alla realizzazione di un parco giochi. Un progetto della precedente amministrazione rimasto, però, al palo. Lavori mai ultimati e strutture che rischiano di essere danneggiate ancora prima che possano essere utilizzate dai bambini. “Subito dopo le elezioni – chiarisce Ciura –   con i consiglieri comunali Ancora e Maranò, ci siamo messi al lavoro dimostrando, attraverso le nostre interpellanze, di essere collaborativi rispetto a chi, nell’immediato passato, ha svolto il ruolo di opposizione. La presentazione di interpellanze è un modo per mettere in evidenza ciò che i cittadini ci sollecitano e a chi pensa che sia una polemica inutile rispondo che è solo facile speculazione.  Noi siamo stati eletti per tutelare i cittadini ed è quello che stiamo facendo e che abbiamo sempre fatto.

Altri non so Abbiamo presentato una interrogazione il 19 giugno, ovvero prima dei proclami di qualche neo assessore, per conoscere i motivi per il quale erano stati sospesi i lavori alla scuola e soprattutto la tempistica per la fruizione da parte dei bambini. Quindi, qualcuno prima di dire qualcosa dovrebbe spiegare perché per più di un anno i bambini non hanno potuto utilizzare quelle giostrine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche