Provincia

Grottaglie, “L’Opposizione fa propaganda”

L’assessore all’Ecologia Maurizio Stefani inteviene sulla differenziata


“L’Opposizione in consiglio comunale non  trova di meglio che fare sterile propaganda, senza considerare, naturalmente la realtà dei fatti, che sono ben diversi da quelli raccontati”.

L’assessore all’ecologia, Maurizio Stefani interviene sulla polemica sulla differenziata.

“Le opposizioni dovrebbe sapere che a Grottaglie è operativa ormai da diversi anni l’isola ecologica, dove  i cittadini possono conferire i rifiuti differenziati- dice- Grottaglie è sufficientemente e da tempo dotata di un buon numero di contenitori per la raccolta differenziata di vetro, carta, plastica, e sarebbe sufficiente che ogni cittadino ne facesse un uso appropriato per risolvere quasi totalmente la problematica della raccolta differenziata. 

A Grottaglie sono anni che nelle scuole si svolgono le “Ecoliadi”, con risultati importanti ed interessanti, proprio allo scopo di formare sia una coscienza ecologista tra gli studenti, sia di coinvolgere il più possibile i genitori e gli adulti in genere, che spesso non hanno una adeguata comprensione del problema- aggiunge-  le opposizioni dovrebbero sapere, inoltre, che l’amministrazione comunale ha adeguatamente disciplinato con una apposita ordinanza del Sindaco il conferimento dei rifiuti, la n. 294 del 13.11.2014, ordinanza che disciplina la raccolta dei rifiuti urbani differenziati nel centro storico, dei rifiuti urbani pericolosi in tutta la città, dei rifiuti ingombranti, della frazione organica verde degli sfalci di potatura”.

L’assessore Stefani poi riferemdosi sempre all’Opposizione afferma che “dovrebbe sapere che in Italia esistono una serie di Leggi Nazionali che disciplinano il conferimento dei rifiuti, comprese le sanzioni pecuniarie, che l’ordinanza sindacale succitata ha compreso tra 25 e 500 euro,  a seconda della gravità dell’infrazione”.

A tale proposito, sottolinea che è stata fortemente intensificata l’azione di vigilanza da parte degli organi preposti e che a breve saranno installate sul  territorio una serie di telecamere che giorno e notte potranno controllare in tempo reale eventuali trasgressori.

“Che poi, spesso,  non si sa di cosa si sta parlando lo dimostra il fatto che costoro si lamentano del fatto che la Ditta Serveco continui ad usufruire delle proroghe riguardo la raccolta porta a porta nel centro storico- prosegue-  evidentemente non sanno che la Regione Puglia,  con la legge Regionale n. 24 del 2012 ha vietato ai Comuni la facoltà di indire gare pubbliche, poiché tale prerogativa spetta unicamente, nel nostro caso, all’Aro TA-4. 

Su una problematica così delicata, -conclude l’assessore all’ecologia- sarebbe opportuno che tutti, dai cittadini, alle forze politiche, collaborassero più fattivamente, invece di produrre le solite lamentale al solo scopo di fare propaganda inutile, poiché lascia credere che tutta la responsabilità sia dell’amministrazione comunale, quando, invece, è necessario che i cittadini acquisiscano una maggiore coscienza di quello che andrebbe fatto sul piano comportamentale circa lo smaltimento dei rifiuti: lo ripeto ancora una volta, a Grottaglie gli strumenti per esercitare una corretta raccolta differenziata ci sono: questa è la verità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche