25 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2022 alle 20:54:00

Provincia di Taranto

Satyrion per l’Archeologia. Il 16 settembre la premiazione

L’evento in programma al castello Muscettola


LEPORANO – Premio Satyrion per l’Archeologia: il 16 settembre la premiazione nel castello Muscettola.

Nella programmazione delle manifestazioni culturali che si svolgono annualmente sul territorio, spicca per il suo alto significato etico e per l’interesse che suscita nel mondo scientifico e accademico, il Premio Satyrion per l’Archeologia, giunto quest’anno alla 16esima edizione.

Come evidenzia Luciano Sardiello, presidente del Premio, si tratta di un “evento d’alto profilo culturale che si avvale della preziosa collaborazione dell’amministrazione culturale di Leporano, della Soprintendenza ai Beni archeologici della Puglia, della Regione Puglia, dell’Ist. di storia e archeologia della Magna Grecia e che mira ad esprimere stima e gratitudine a quanti, con i loro studi, scavi e ricerche, hanno riportato alla luce resti d’antiche civiltà e rinsaldato i vincoli e le radici che ci legano ad un illustre passato”.
In questo delicato compito, nell’individuazione della rosa dei premiandi, il Satyrion si avvale di un comitato scientifico di primo piano presieduto da Luigi La Rocca, Soprintendente archeologo della Puglia, affiancato da Aldo Siciliano, presidente dell’Ist. di storia e archeologia della Magna Grecia e da Mario Lazzarini, archeologo subacqueo.

L’organizzazione dell’evento, curata dalla Pro loco di Leporano, è affidata al presidente del Premio Luciano Sardiello, al presidente della Pro loco Antonella Falcioni e al consigliere delegato alla cultura del comune di Leporano, Francesco Fusco. Per questa edizione è stata già individuata e contattata la personalità da premiare.

Il suo nome è stato al momento secretato in attesa del conferimento ufficiale del Premio. A corollario del riconoscimento all’archeologia, che costituisce la ragione prima del Premio, prosegue anche quest’anno da parte del comitato organizzativo, un’azione tesa a riconoscere, promuovere e valorizzare la professionalità e l’ingegno di cittadini illustri che si sono distinti in campo accademico, sociale e culturale. Il riconoscimento speciale “Clari Viri” quest’anno sarà conferito ad Antonietta Dell’Aglio, archeologa della Soprintendenza della Puglia, ad Anna Cammalleri, direttrice generale dell’ufficio scolastico regionale della Puglia, a Giovanni Iacovelli, storico della medicina. Nel campo sociale, una segnalazione di merito per l’attività imprenditoriale sarà infine assegnata a Cosimo Varvaglione e Vincenzo Scialpi.

Ad allietare la serata di premiazione ci saranno ballerini del Centro Studi Danza Koros di Angela Barbanente, e la musica raffinata dell’orchestra La Brass dell’Ist. musicale Paisiello, diretta dal m° Antonio Ricciardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche