28 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 23:04:00

Provincia di Taranto

Arlotta, in Regione mozione bipartisan

Intervento dei consiglieri regionali Liviano, Zinni, Vizzino, Pendinelli, Pentassuglia, Perrini, Cera, Franzoso, Turco, Mazzarano, Stea, Pisicchio e Galante


GROTTAGLIE – Valorizzazione aeroporto Arlotta: presentata mozione bipartisan

“Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e l’intera giunta regionale si impegnino a valorizzare l’aeroporto Marcello Arlotta di Grottaglie predisponendolo ai voli civili’”.

Ad impegnare presidente e giunta sono, con una mozione depositata nel corso della seduta del -consiglio regionale, i consiglieri regionali Gianni Liviano, Zinni, Vizzino, Pendinelli, Pentassuglia, Perrini, Cera, Franzoso, Turco, Mazzarano, Stea, Pisicchio e Galante.

Una richiesta trasversale che vede insieme consiglieri di maggioranza e opposizione e che prende le mosse dalle recenti dichiarazioni del presidente Emiliano, fatte durante un incontro con le associazioni di cittadini pro aeroporto, che l’Arlotta “non è solo un aeroporto industriale” che “deve essere abilitato a svolgere tutte le funzioni per le quali è stato creato” che “l’ente Aeroporti di Puglia deve utilizzare i quattro aeroporti in condizioni di parità”.

Non solo, a questo va aggiunto il fatto che la Regione Puglia è il maggior azionista della stessa Aeroporti di Puglia e che la pista dell’aeroporto di Grottaglie,  con i suoi 3mila duecento metri, “è tra le più lunghe d’Italia”.

Inoltre, fanno notare ancora i firmatari della mozione, il sistema aeroportuale pugliese ha movimentato nel 2013 quasi 5 milioni 400mila passeggeri offrendo mediamente 385 collegamenti di linea a settimana a partire dagli aeroporti di Bari e di Brindisi di cui ottantaciqnue  internazionali e trecento nazionali oltre a numerosi charter stagionali.
E di questi passeggeri, concludono i consiglieri regionali, “una parte consistente proviene dalla provincia di Taranto e zone limitrofe”.

La mozione sarà portata e discussa nella prossima seduta del Consiglio regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche