12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:11:00

Provincia

L’incanto eterno del Presepe. Le foto

La XXXVI edizione della mostra al Castello Episcopio di Grottaglie


GROTTAGLIE – Sono di Grottaglie i vincitori della XXXVI Mostra del Presepe 2015 della città di Grottaglie. L’opera dal titolo Le fiasche del pellegrino di Angelo Pio De Siati e Bottega Vestita si aggiudica il premio unico. Segnalate dalla giuria anche l’opera Ninna Nanna di Èlia Tamigi (Cava de’ Tirreni, Sa), Natività di Gianfranco Morini (Faenza), Tre taciti manti di Vincenzo Del Monaco (Grottaglie, Ta), Protezione di Alessia Allkoci (Grottaglie, Ta) e Presepe nel vaso di Rossella Giannone (Corato). 

La Mostra del Presepe attrae sempre numerosi maestri presepisti di levatura locale e nazionale. Settantasei gli artisti partecipanti provenienti dalla Puglia, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto.

Ad eccellere è stato l’artista grottagliese Angelo Pio De Siati in collaborazione con la Bottega Vestita di Grottaglie con l’opera Le fiasche del pellegrino, che ha ricevuto un premio in denaro di 2000 euro. La giuria l’ha stimata al primo posto “per la forza evocativa espressa dalla tematica presente nei Vangeli dell’Infanzia (primi capitoli di Luca e Matteo) dai quali si ricavano i misteri del percorso teologico-esistenziale della Sacra Famiglia, oggetto peraltro della devozione dei Misteri Gaudiosi e della devozione popolare. L’insieme delle fiasche riporta l’attenzione sul tema dell’uomo in continuo viaggio attraverso la rielaborazione scenografica, tecnica e plastica tratta dalla tradizione”. La Giuria era presieduta dal sindaco avvocato Ciro Alabrese e composta da Don Ciro Santopietro, parroco della Chiesa del Carmine di Grottaglie, Chiara Fanigliulo, architetto,

Annagrazia Angolano, giornalista, e dalla dottoressa Daniela De Vincentis, responsabile settore Cultura-Turismo-Musei del Comune di Grottaglie. Segnalati dalla giuria anche Èlia Tamigi di Cava de’ Tirreni (Sa) con Ninna Nanna e Gianfranco Morini di Faenza con Natività “per l’immediatezza del messaggio di umanizzazione del tema della Natività”. L’opera dell’artista grottagliese Vincenzo Del Monaco Tre taciti manti ha ricevuto la segnalazione dalla giuria “per la ricerca formale di grande impatto estetico e concettuale”. Segnalate, infine, le opere di Alessia Allkoci del Liceo Artistico Statale “V. Calò” di Grottaglie dal titolo Protezione e di Rossella Giannone dell’IISS “Federico II Stupor Mundi” di Corato (Ba) dal titolo Presepe nel vaso “per la sintesi formale e la ricerca materica attraverso cui è stata resa la Sacra Famiglia”. La 36esima Mostra del Presepe di Grottaglie è visitabile fino al 6 gennaio 2016 tutti i giorni ad ingresso libero, con i seguenti orari: 10.00 – 13.00 / 17.00 – 21.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche