23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:34:41

Provincia

L’Imu tra i primi atti del nuovo sindaco Ancona

MARTINA F. – Porta la firma del neo sindaco Franco Ancona il documento con cui il dirigente del settore finanziario informa i cittadini circa le modalità ed i tempi di pagamento dell’Imu. La nuova tassa municipale, dunque, è tra i primi atti che il nuovo primo cittadino ha sottoscritto. Un documento in cui si comunica che da domani, 1 giugno, il servizio di Gestione ordinaria e straordinaria dell’I.C.I, dell’IMU e della Tarsu; di Accertamento e riscossione della T.O.S.A.P. (Permanente e Temporanea), dell’Imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni; di Riscossione coattiva di tutte le entrate comunali è affidato alla Soget Spa per effetto dell’aggiudicazione avvenuta a seguito di gara ad evidenza pubblica.

Presso la sede di Via Virgilio, 31 della Soget è attivo il servizio di assistenza di front-office, attraverso il quale, sarà possibile ottenere ogni informazione utile agli adempimenti a carico dei contribuenti oltre alle indicazioni relative alle aliquote e alle tariffe deliberate dal Comune. “Al fine di agevolare i pagamenti spontanei delle entrate comunali – sottoscrivono il sindaco ed il dirigente – sarà comunque assicurato il servizio cassa”. Per quanto concerne l’Imu il Comune informa che “Nelle more dell’approvazione del bilancio 2012 le aliquote stabilite dall’art 13 del D. L. 201/2011 sono: – 0,4% per l’abitazione principale e per le relative pertinenze, con possibilità di aumento e diminuzione fino a 0,2 punti percentuali; – 0,76% per tutti gli altri immobili con possibilità di aumento e diminuzione fino a 0,3 punti percentuali. Le aliquote sopra riportate sono da impiegare per il calcolo della rata di giugno e dell’eventuale rata di settembre. Le aliquote definitive del tributo, da applicare per il calcolo dell’imposta annuale al fine di determinare il saldo del mese di dicembre, saranno definitivamente stabilite dopo, per effetto delle possibili modifiche decise da Comune di Martina Franca e dallo Stato”. Ad aprile e quindi prima del voto il sindaco annunciò di voler “rivedere al ribasso le aliquote”. A dicembre la prova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche