22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Provincia

“La mia vittoria è di tutti”


MARTINA F. – Stefano Coletta, 28 anni, studente universitario, è il più giovane assessore che forse Martina Franca abbia mai avuto. Sicuramente è il più giovane della squadra del neo sindaco Franco Ancona. Per lui le deleghe all’Ambiente, Ecologia, Politiche giovanili, Sport e Tempo libero. Assessore tante deleghe anche di non poco conto se si considera i problemi della raccolta dei rifiuti e dello stadio Tursi. E’ già al lavoro? “Non si può perdere tempo. Stiamo già affrontando il problema del mercato settimanale ed entro il 18 giugno dobbiamo cercare una soluzione ai lavori per lo stadio”.

Che giudizio si è fatto sulla nuova giunta Ancona? “Il sindaco ha rispettato quelli che erano i patti e soprattutto ha tenuto conto delle capacità di ognuno. Ha voluto nominare esperti e professionisti, non trascurando l’aspetto donna e giovani”. Ed in questo la sua nomina è significativa. Lei rappresenta i tanti giovani della città. Una grande responsabilità non crede? “La mia vittoria è di tutti e la nomina è frutto di un lavoro di gruppo svolto negli anni. Ho già chiesto a chi ha appoggiato le mie battaglie per l’ambiente di affiancarmi in questa esperienza perchè credo che sia giunto il momento di dare una crescita collettiva alla città di Martina Franca”. Lei è portavoce dell’associazione Martina Tre che anche ieri ha organizzato la giornata dell’ambiente. E da lì che intende iniziare? “L’ambiente e l’ecologia sono sicuramente un priorità per Martina Franca. Il primo scoglio è la raccolta differenziata da adeguare alle percentuali stabilite dalla Regione. A settembre deve essere terminata la gara d’appalto per la raccolta e siamo già al lavoro per scrivere il capitolo. Cercheremo di sfruttare i 300 mila euro di finanziamento che la Regione mette a disposizione e di avviare già un sistema di raccolta porta a porta dell’umido acquistano due mezzi che possano raggiungere il centro storico e la periferia. Ma anche per questo è fondamentale che ci sia la collaborazione dei cittadini. Per questo credo che iniziative come quella di ieri debbano proseguire”. Per i giovani, invece, cosa ha in mente? “A breve inviterò le associazioni giovanili e studentesche per discutere quello che vogliono da Martina e in che cosa la città deve migliorare. Devono essere loro i protagonisti del cambiamento, l’amministrazione comunale è solo lo strumento da usare per attuare i loro progetti. Penso ad una consulta giovanile che faccia proposte da portare in consiglio comunale”. Sport e tempo libero vengono generalmente considerate deleghe minori, ma in questo momento particolare per la squadra di calcio non lo sono affatto. Che succede? “Entro il 18 giugno dobbiamo avviare i lavori allo stadio o rischiamo di perdere la squadra. Stiamo lavorando su questo fronte, ma ci siamo appena insediati ed i tempi sono brevissimi, in più il commissario non ci ha lascito un bilancio. Per quanto riguarda il tempo libero la mia idea è realizzare un forum delle associazioni e lavorare in rete, ma punto anche sul campo del Pergolo dove vorrei far sistemare la pista di atletica. Ci attiveremo da subito per cercare i finanziamenti”. Collegialità e collaborazione sono dunque le parole d’ordine di Coletta.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche