18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Provincia

“Difenderò bimbi e nonni”


MARTINA F. – Un’altra donna al fianco del sindaco Ancona. Donatella Infante, consulente, mamma e con la passione per la difesa dei diritti sociali è il nuovo assessore alle Politiche Sociali, ai Servizi alla Persona e con delega all’Ufficio di Piano d’Ambito di Zona. Segretaria di Sel sta, anche lei come Nunzia Convertini per il Pd, per lasciare l’incarico dirigenziale all’interno del partito. Perchè? “Non solo perchè lo prevede lo Statuto, ma soprattutto per permettere una crescita del partito e per consentirmi di svolgere il mandato assessorile con maggiore impegno e dedizione”. Deleghe importanti e fondamentali visto il particolare momento di difficoltà sociale, e non solo economica, che si sta vivendo.

E’ pronta a raccogliere le innumerevoli istanze dei suoi concittadini? “E’ sicuramente un ruolo con grandi responsabilità vista la fragilità sociale all’ordine del giorno. Il supporto alla persona, il sostegno alla povertà e la tutela dei diritti sono oggi tra i maggiori problemi delle comunità, non solo martinese. Ho sicuramente tanto da lavorare”. Ha già iniziato? “Ci siamo appena insediati e solo ieri c’è stata la prima riunione di giunta in occasione della quale ho avuto modo di incontrare e conoscere il personale ed i dirigenti con cui lavorerò. Presto incontrerò le associazioni per cominciare ad affrontare le singole questioni perchè credo che finora sia mancata la trade union tra l’amministrazione e la popolazione. Ho riscontrato, infatti, difficoltà da parte della comunità di confrontarsi con il Comune”. Sul fronte sanitario come intende muoversi visto che il Piano di Zona rientra tra le sue deleghe? “Sto per incontrare la responsabile del distretto con cui intendo avviare una stretta collaborazione per affrontare le questioni. Ad esempio so che c’è una famiglia con un disabile grave che ha difficoltà. Inizieremo da lì”. Per quanto riguarda l’ospedale, c’è chi paventa ancora chiusure o altri tagli di personale? “Sul nosocomio non abbiamo diretta competenza, ma ci confronteremo con i nostri consiglieri regionali perché è sicuramente una struttura da difendere”. Perchè a lei queste deleghe? “Perchè ho fatto una tesi in economia sanitaria, ho lavorato nell’Asl di Taranto. Il sociale e la difesa dei diritti delle persone sono da sempre un mio pallino. Per vocazione ed esperienza ho chiesto io stessa di ricoprire questo ruolo. Mi volevano affidare il Bilancio”. Ha un progetto che sogna di poter portare a termine? “In questi anni, da mamma ho vissuto personalmente il problema delle mense scolastiche. Ora i pasti vengono preparati fuori dalle scuole. E’ chiaro che non possiamo più modificare il contratto perchè la gara è già stata bandita ed assegnata, ma mi piacerebbe, in collaborazione con il gestore del servizio, riuscire a riattivare le cucine nei plessi scolastici. E’ sicuramente un servizio che renderebbe più tranquille le mamme martinesi”. I bimbi al primo posto? “Accanto a loro ci sono gli anziani. Penso ad esempio alla rivitalizzazione di villa Carmine o di altri giardini pubblici. Ridare spazi che possono essere utilizzati da bimbi e nonni significa riportare al centro della vita sociale la famiglia”. Attività da portare avanti in collaborazione con gli altri assessori? “E’ la priorità che ci siamo dati”. Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche