12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Provincia

Chiarelli: “Il Pdl tornerà al governo”


MARTINA F. – Riconquistare la città. E’ l’obiettivo che si prefigge il neo coordinatore cittadino del Pdl, avv. Gianfranco Chiarelli. Chiaramente felice del ruolo che la segretaria provinciale ha deciso di conferirgli è, però, consapevole del lavoro impegnativo che lo aspetta. “Dopo la sconfitta elettorale – dice – dovuta più alle divisioni del centrodestra che al merito degli avversari, si apre una fase di rigenerazione della politica tutta e di rilancio del centrodestra. Viviamo momenti molto difficili, nel pieno di una crisi economica mondiale che spiega i suoi effetti negativi soprattutto a danno dei Paesi più meridionali. A Martina il Pdl è chiamato ad un faticoso lavoro di recupero di quei valori comuni attraverso il quale sarà annullata ogni passata incomprensione, per ridare nuova linfa ad un partito che rappresenta le reali radici culturali della capitale della Valle d’Itria.

Non ho la presunzione né di poter fare tutto da solo, né tantomeno di avere in tasca la ricetta per risolvere ogni problema. Sono in grado però di indicare le linee che intendo seguire”. E tra queste c’è, appunto il dialogo. “Ascolterò innanzitutto i consiglieri comunali del Pdl (che saranno proclamati lunedì sera – ndr) – annuncia Chiarelli – per poi dare spazio ad ogni forma di contributo utile a definire un programma politico concreto e condiviso”. Un programma che raccolga le istanze dei giovani, delle donne, del mondo del volontariato e di quello delle professioni, delle associazioni di categoria e della società civile. “Il Pdl dovrà essere una piazza aperta – dichiara Chiarelli – in cui tutte le voci saranno ascoltate per poter proporre una forte ed unitaria iniziativa politica; va ritenuta conclusa la fase in cui ogni uomo/donna si è reso portatore di un proprio personale programma. Se il confronto è il metodo scelto per recuperare la partecipazione della gente alla vita politica, l’autorevolezza del partito non dovrà e non potrà mai più essere messa in discussione. Per questo ritengo che sia necessario nel breve periodo dare vita ad un congresso cittadino, sede naturale per confrontarsi e per recuperare quelle importanti risorse che, per ragioni varie, hanno fatto mancare il loro prezioso contributo, o individuato altri strumenti e altri lidi per proseguire il proprio impegno politico. La rigenerazione e il rilancio del Pdl sarà propedeutico ad un processo di ricompattazione dell’intero centrodestra di Martina, con l’apertura del dialogo con tutte quelle forze moderate che si riconoscono nei nostri valori culturali, storici, ideali.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche