15 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Gennaio 2021 alle 15:22:45

Provincia

Tarsu e Imu. “Niente aumenti o sarà battaglia”


????????????????????????????????????

MARTINA F. – “Sarà un autunno caldo perchè se credono di ripresentarci la stessa minestra riscaldata del centrodestra noi diremo di no”. Franco Mariella, candidato sindaco alle ultime amministrative per Io Sud e Partito dei Consumatori annuncia una dura battaglia se l’amministrazione comunale di centrosinistra guidata dal sindaco Franco Ancona procederà, come più di qualche voce già prospetta, all’aumento della Tarsu e dell’Imu. “Il bilancio di previsione va ancora approvato” insiste Mariella “ma i primi segnali vanno verso una nuova pressione fiscale. La Tarsu, dal 2004 ad oggi, è già aumentata del 50% e ora ci mancava anche l’Imu per penalizzare ulteriormente i martinesi. Non è concepibile pensare ad una nuova stangata in un momento difficile per tutti, per le famiglie, per gli imprenditori e per i commercianti”.

Mariella è tra coloro che si sono battuti per difendere le tasche dei cittadini dagli aumenti della Tarsu. “La colpa – puntualizza – è di un appalto vecchio di vent’anni e di una differenziata che ancora non decolla. Va subito preparato il bando anche se sembra che ci sia qualcuno che saccentemente non voglia il nuovo appalto. Se fino ad oggi non si è proceduto in questa direzione è perchè è mancata la volontà, altrimenti che ci voleva a copiare un appalto dagli altri Comuni simili al nostro? Invece, il commissario ha affidato addirittura uno studio per predisporre un piano. Spendendo altri soldi in un momento di difficoltà economiche in cui, invece, la spesa andrebbe razionalizzata anche per evitare un aumento dell’aliquota Imu di fine anno. La nuova amministrazione brancola ancora nel buio e sinceramente mi sarei aspettato che il sindaco tenesse per sè una delega importante come quella al Bilancio. L’ha invece affidata una persona non espertissima”. Seppure senza un posto in consiglio comunale Mariella non molla. “Si può fare opposizione anche da fuori – dice – e mi aspetto che anche le altre forze politiche si attivino per impedire una nuova stangata sui contribuenti. Se gli aumenti saranno confermati prevedo un autunno caldo fatto di contestazioni e polemiche perchè la nuova amministrazione Ancona si è presentata alla città con la promessa di cambiare registro. Il consenso espresso per Ancona va al di là dello schieramento e spero che questo sia un segnale che il primo cittadino abbia recepito perché vuol dire che c’è desiderio di cambiamento. Anche se, finora, sentite le indiscrezioni, non mi sembra si viaggi verso questa direzione”.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche