Provincia

Auto in fiamme, il Consigliere Campo minimizza: “Solo un atto vandalico”

Parla il consigliere comunale di Carosino


CAROSINO – “E’ un atto vandalico isolato e non è collegabile alla mia attività amministrativa”.

Così il consigliere comunale Cosimo Campo al quale nei giorni scorsi ignoti hanno incendiato la macchina. “Perchè? Chi?” esordisce senza mezzi termini così il consigliere che, nell’assise della città del vino, ha la delega al Pubblico Decoro Urbano. “In paese tutti mi conoscono e sanno che mi possono parlare di qualsiasi problema in qualsiasi momento”. Infatti la sua disponibilità, aggiungiamo noi, è notoria, così come è risaputo il suo impegno per il verde e la sua fermezza per la pulizia della cittadina e la nettenza urbana: e allora, chiediamo noi?.

“Allora è proprio questo il dilemma che mi attanaglia e mi trascino dietro da quando domenica notte è avvenuto il fatto. Figuratevi che mentre i vigili del fuoco spegnevano le fiamme, io andavo avanti e indietro sul marciapiede di fronte, cercando di farmene una ragione.”

Ma non ha proprio alcun sospetto?
“Se ne avessi uno riuscirei a capire ma non ne ho. Non posso pensare che qualche mio intervento nel corso della mia attività amministrativa… No, no, sono cose talmente piccole che non posso crederci.”

Però consigliere Campo hanno bruciato la sua auto, questo è un segnale….
“Macchè segnale o avvertimento – incalza quasi stizzito – come hanno scritto su alcuni giornali locali. La verità e che da una pietruzza ne è stata fatto una macigno di questa vicenda. Ripeto nessun avvertimento o minaccia. Al massimo, ma questo lo si vedrà in seguito, si è potuto trattare di un fatto isolato, di una bravata, del gesto di un bullo, ma niente di più.”

Continuerà allora nella sua “missione” relativa all’incarico amministrativo che ha ricevuto? 
“ E perchè, che dovrei fare…dimettermi? Ripeto non ho sottovaluto quanto accaduto ma l’ho soppesato per bene in questi giorni. Direi allora di spegnere quelle altre fiamme che questa vicenda sta suscitando, alimentate soprattutto da dicerie e da articoli apparsi senza troppi scrupoli sulla stampa, senza sentire direttamente l’interessato, così come avete fatto invece voi. Ripeto chi mi conosce lo sa, se qualcuno ha da dirmi qualcosa ne possiamo parlare personalmente, io sono e sarò sempre disponibile.” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche