Provincia

Ministri e senatori. “Giù le mani dal Giannuzzi”


MANDURIA – Si scende in strada per difendere l’ospedale “Giannuzzi”. Stasera alla manifestazione di protesta contro i tagli imposti della giunta Vendola con la fase 2 del piano di rientro parteciperano cittadini, ma anche esponenti politici. Hanno già aderito l’ex ministro Raffaele Fitto ed il sindaco di Bari, Michele Emiliano, nonchè l’ex senatore Euprepio Curto che dai banchi di opposizione del consiglio regionale punta l’indice contro Vendola ed Emiliano. “L’affetto antico che mi lega alla città di Manduria m’impone di essere presente alla manifestazione di stasera – dichiara Curto – a difesa del punto nascita dell’ospedale Giannuzzi che la sciagurata gestione vendoliana vorrebbe impunemente scippare ad un territorio”.

“In sede di Commissione Sanità, al cospetto dell’assessore Attolini – aggiunge – ho fatto sentire la mia vibrata protesta. A questo punto però – incalza – ad Emiliano, autorevole esponente del Pd, e quindi maggior partito della coalizione che sostiene Vendola, chiedo coerenza. Decida da che parte stare. Perché non si può venire a Manduria a protestare contro la decisione di Vendola di chiudere il punto nascita, e poi sostenerlo con propri uomini in Consiglio regionale”. Il Pd si è già sfasciato a Manduria dove il gruppo della segreteria locale si è autosospeso e stasera tornerà a protestare in piazza. Parrecipano i Comuni del bacino d’utenza del Giannuzzi, molte associazioni, sindacati e comitati cittadini. Tutti insieme per alzare un’unica voce: “Giù lemani dall’ospedale Giannuzzi”. “Svegliamoci peri l diritto alla salute” è lo slogan dell’iniziativa che prenderà il via alle 19 da piazza Garibaldi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche