29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 22:09:00

Provincia di Taranto

“Per il centro storico iniziamo dalla pulizia”


MARTINA F. – Pulizia e decoro per il centro storico. Si inizia da qui. L’altra sera il sindaco Franco Ancona ha incontrato gli albergatori, i ristoratori, i commercianti ed i residenti del borgo antico della Valle d’Itria. Un primo confronto per conoscersi e per conoscere quelle che sono le principali esigenze di quella fetta di territorio. Un’area spesso finita nel vortice delle polemiche perchè qui si concentrano le difficoltà di convinvenza tra le numerose attività commerciali e la vita sociale dei residenti. Dai parcheggi ai rumori, per non parlare dell’igiene. “E’ stato un confronto libero e democratico – ha detto il sindaco – in cui ho potuto soprattutto notare la disponibilità da parte di tutti, operatori e cittadini, a collaborare insieme per cercare di migliorare la qualità della vita in quello che è il punto principale di Martina Franca.

Proprio lì si concentra il cuore del commercio cittadino e, sempre lì, risiedono numerosi martinesi. Siamo un paese a vocazione turistica ed in questi giorni specialmente stiamo registrando tante presenze, è chiaro che, nell’interesse di tutti, il nostro impegno va verso la soluzione dei problemi. A cominciare dalla pulizia”. L’igiene nel borgo antico della Valle d’Itria sembra essere il punto di partenza da cui la neo amministrazione comunale inizierà per rilanciare la città. “Ci accingiamo – insiste il sindaco – a celebrare i festeggiamenti patronali e prima di allora contiamo di migliorare la situzione igienica del centro storico in cui vogliamo catalizzare buona parte delle iniziative che stiamo per pianificare nel cartellone delle manifestazioni estive”. Ma non è solo il centro storico a reclamare disagi. Anche dalla vicina Villa Carmine il comitato di quartiere lamenta una situazione al limite del possibile: “La villa vive in degrado perenne e necessita di interventi immediati in attesa di un progetto ad hoc “. L’urgenza, anche in vista dei festeggiamenti della Madonna del Carmine che porta migliaia di pellegrini nella zona. “C’è un circuito elettrico ormai fatiscente e non funzionante, il verde pubblico completamente inesistente, bagni chiusi al pubblico, sporcizia nella parte intermedia ed inferiore, aiuole striminzite al tronco degli alberi, pochissime panchine oltretutto rotte, pavimento rovinato dalle radici degli alberi”. In un recente incontro gli assessori Infante e Coletta si sono impegnati ad intervenire inserendo acuni cassonetti e garantendo la pulizia almeno due volte alla settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche