29 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 29 Luglio 2021 alle 08:59:00

Provincia di Taranto

C’è il marchio per i prodotti della Puglia


TARANTO – Un marchio di qualità per i prodotti di Puglia. La giunta regionale ha approvato la delibera per il riconoscimento regionale del marchio “Prodotti di Qualità di Puglia” quale Sistema di Qualità Alimentare. Da oggi le aziende agroalimentari del territorio regionale potranno fruire di un marchio che attesta provenienza e soprattutto qualità dei prodotti. “E’ uno strumento – osserva l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Dario Stefàno – che ci consentirà di portare con ancora maggiore forza sui mercati nazionali ed esteri la qualità dei prodotti pugliesi. Inoltre il marchio oltre a qualificare le produzioni ci consentirà di mettere a sistema tutte le nostre produzioni agroalimentari di qualità all’interno di un paniere unico”.

Gli obiettivi sono: valorizzare i prodotti agricoli e alimentari con un elevato standard qualitativo controllato; informare i consumatori sulle caratteristiche qualitative dei prodotti e dei servizi contrassegnati dal marchio; promuovere e sostenere il marketing commerciale e la vendita. Il marchio può essere concesso per: i prodotti DOP e IGP; i agricoli e alimentari che partecipano ai sistemi di qualità alimentare che prevedono criteri e norme rigorose; i servizi di ristorazione per la somministrazione dei prodotti a marchio “Prodotti di Qualità Puglia”. La forza del marchio tuttavia dipenderà dalle adesioni delle imprese agroalimentari. “Per questo – insiste l’assessore – mi aspetto una grande collaborazione da tutte le organizzazioni professionali e alle centrali cooperative alla campagna di adesione che sarà lanciata il mese prossimo e che dovrà portare entro la fine dell’anno ad una forte e rappresentativa adesione delle imprese agroalimentari al Marchio Prodotti di Qualità Puglia”. Il riconoscimento, inoltre, ha consentito di modificare il Programma di Sviluppo Rurale della Puglia, prevedendo l’estensione degli aiuti previsti in precedenza solo per le DOP, IGP e Biologico anche ai prodotti a Marchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche