Provincia

A Pulsano arrivano i cassonetti anti puzza

Saranno posizionati in tutto il paese


PULSANO – Tra pochi giorni verranno sostituiti i vecchi cassonetti in lamiera zincata con cassonetti realizzati con materiale plastico.

“Tali cassonetti, più costosi, non hanno solo un aspetto estetico più gradevole – si legge in una nota del Comune- ma hanno la fondamentale caratteristica, importante soprattutto nel periodo estivo, di resistere meglio alle elevate temperature e questo riduce i processi di fermentazione dei rifiuti evitando o diminuendo nettamente l’emissione di cattivo odore”.

Verranno, inoltre, predisposti sul territorio comunale ulteriori postazioni (isole ecologiche) per la raccolta di carta, plastica e vetro che consentiranno un più facile conferimento differenziato di tali prodotti. Il servizio sarà ulteriormente migliorato con l’utilizzo dei mezzi acquistati tramite finanziamento regionale che consentiranno una totale copertura del territorio garantendo e migliorando lo svuotamento dei cassonetti. Contestualmente partirà anche la campagna di informazione e sensibilizzazione che consentirà di sfruttare al meglio queste “novità”, introdotte con lo scopo di raggiungere percentuali più alte di raccolta differenziata.

“L’avvio del Centro di Raccolta porterà a termine l’insieme delle migliorie che consentiranno non solo di fruire di un servizio più che dignitoso ma permetteranno a tanti cittadini sensibili alle problematiche ambientali di poter implementare la propria raccolta differenziata- prosegue la nota- le novità a serviranno a traghettare nel migliore dei modi l’attuale sistema di raccolta rifiuti al nuovo progetto che prevede la raccolta differenziata porta a porta su cui sta lavorando l’Aro”.

“Credo fermamente – sostiene l’Assessore Francesco Lupoli che con la imminente campagna di sensibi lizzazione e con il Centro di Raccolta, che ci permetterà anche di pensare ad un porta a porta delle attività non domestiche, potremo, in attesa dell’ARO, portare la percentuale di Raccolta Differenziata tra il 35% e il 45%. l’ampiezza della forbice è dovuta alla risposta del cittadino; noi continueremo con la videosorveglianza mobile che sino ad oggi ci ha permesso di notificare circa 40 verbali in materia di reati ambientali. Più riusciremo a differenziare più risparmieremo sulla Tari confido nel senso di civiltà di tanti di noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche