17 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Aprile 2021 alle 18:16:49

Provincia

Ristoro ambientale. Bilancio da rifare?


MASSAFRA – Il bilancio di previsione appena approvato potrebbe essere sbagliato. Un documento che sta girando in questi giorni, firmato dal dirigente dell’assessorato regionale alla Qualità dell’Ambiente, mette in discussione i calcoli sulle entrate per il ristoro ambientale. Il compenso che il Comune riceve dagli altri undici Comuni dell’Ato 1 che conferiscono nella discarica di bacino, in territorio massafrese, potrebbe non essere quello giusto. Secondo l’assessorato regionale, infatti, “la disciplina del ristoro ambientale trova, al momento, esclusiva trattazione nel DC 296/02. In tale decreto il ristoro è contemplato tra le voci di costo della tariffa di discarica e dunque è applicato ai soli smaltimenti e non ad altri tipi di trattamento.

Tale voce di costo viene calcolata come precentuale (10%) di tutte le voci di costo tariffarie, escluso utile e spese amministrative. Il ristoro viene riconosciuto al Comune sede di impianto, salvo determinazioni diverse da parte dell’Ato. Il ristoro viene calcolato sui rifiuti effettivamente abbancati in discarica per cui ai quantitativi conferiti all’impianto complesso di biostabilizzazione devono essere detratte le perdite del processo, così come previste nel progetto autorizzato”. Nel bilancio, invece, i Comuni dell’Ato dovrebbero pagare su tutto quello che viene conferito. La questione è stata oggetto di discussione durante l’ultimo consiglio comunale che ha visto, appunto, approvare il bilancio 2012. Ma anche i bilanci degli altri Comuni potrebbero dover subire modifiche (in tal caso sulle uscite e quindi a vantaggio delle casse comunali) tenendo conto di quanto riferito dalla Regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche