19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 07:17:57

Provincia

La speranza di San Martino


MARTINA F. – Con un messaggio di speranza ieri don Franco Semeraro ha ufficialmente aperto i festeggiamenti per San Martino. Fino a domani la città sarà interessata da una serie di eventi e di iniziative promosse in occasione della festa patronale. Le luminarie già vestono a festa la città e lunapark e bancarelle stanno già attirando i primi visitatori. Quest’anno i festeggiamenti sembrano assumere una particolare valenza perchè ricorrono i 300 anni da quando la reliquia di San Martino arrivò in città. Ed è da lì che don Franco è partito ieri. “Nel luglio del 1712 ci fu un evento che motivò la gente, ridiede speranza e fiducia. Una speranza per un futuro da rimodellare”.

Come avvenne trecento anni fa, quindi, quando la città conobbe uno dei suoi momenti più fulvidi, don Franco spera che anche ora Martina risalga da una situazione di crisi generale che l’ha travolta. Ricco il cartellone degli eventi tra cui è inserito anche quello dei Giorni della Tiara. L’antico copricapo di Papa Leone XXIII è esposto nella Basilica di San Martino fino a giovedì 12 luglio. Oggi il sindaco Franco Ancona porterà i ceri nella Basilica. A Palazzo Ducale il rituale raduno delle autorità ed il corteo con il gonfalone. In chiesa Mons. Filippo Santoro introdurrà il rito celebrativo dei festeggiamenti . Domani, invece, il momento clou con la processione delle statue d’argento e per l’occasione arriverà in città Mons. Nicolas Bernard Aubertin, arcivesvovo di Tours. Nel cartellone dei festeggiamenti civili, invece, per domani c’è l’esibizione nel centro della banda di Ceglie Messapica e in piazza XX Settembre la finale per il Festival Pub-Italia. Tutt’intorno bancarelle, luminare e luna park che non mancheranno di animare una città che tra culto e divertimento intende, ogni anno, rievocare la devozione per San Martino e Santa Comasia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche