31 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 31 Ottobre 2020 alle 15:37:55

Provincia

Pug, tutti incompatibili. “Serve il commissario”


STATTE – Toccherà al commissario ad acta vagliare le osservazioni e approvare definitivamente il piano urbanistico generale in lavorazione ormai da quasi dieci anni. Stamattina il passaggio in consiglio comunale è stato prettamente tecnico perchè quasi tutti i consiglieri comunali e gli assessori sono risultati incompatibili alla votazione per l’adozione definitiva del piano. La legge, infatti, stabilisce che non possono votare coloro che, fino al quarto grado di parentela, hanno legami con chi è direttamente interessato a quanto previsto nel Pug. La discussione, quindi, si sposta ora in Regione. Il sindaco Angelo Miccoli chiederà la nomina del commissario ad acta.

“Lo abbiamo fatto per il documento programmatico preliminare – racconta – e lo faremo anche per l’approvazione definitiva del Pug”. Come oggi, anche nel 2009 toccò al commissario approvare il documento propedeutico alla preparazione dell’importante piano urbanistico. Importante perchè è in assoluto il primo piano per Statte. “Dipendiamo ancora da Taranto” puntualizza il primo cittadino che, comunque, etichetta il passaggio di stamane in consiglio comunale come una giornata epocale per la città che amministra. “La dichiarazione di incompatibilità di stamane – afferma – ci consente di portare a compimento l’ultimo passaggio per dare alla città uno strumento di cui ha assolutamente bisogno per regolamentere una materia, quella urbanistica, che finora è dipesa da Taranto e che soprattutto ci consentirà di creare un unico corpo tra la periferia ed il centro storico. Negli anni si è costruito in maniera disordinata e talvolta abusivamente. Ora, quando il Pug sarà vagliato tutto cambierà e tutto sarà in regola”. “Con questo strumento urbanistico – conclude il sindaco – abbiamo l’ambizione di completare le zone che sono sorte intorno al centro storico e di creare collegamenti importanti per lo sviluppo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche