Provincia

Ha pagato la Tarsu ma alla Soget non risulta


SAN GIORGIO – Un sollecito di pagamento per una tassa già pagata. E’ il primo caso che ci viene segnalato da San Giorgio, Comune che ha affidato alla Soget il servizio di riscossione della Tarsu e dei Passi Carrabili. Una delle 19 agenzie attive sul territorio della provincia ionica lo scorso marzo ha inviato ad un residente il sollecito di pagamento informandolo che “non risultano versate le somme comunicate con l’avviso di pagamento scaduto”. La bolletta a cui si fa riferimento è quella per la Tarsu, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti. Bolletta che, però, l’ignaro cittadino ricordava, invece, di aver regolarmente pagato.

Nel dubbio ha quindi controllato le ricevute di pagamento che diligentemente conserva probabilmente proprio per evitare di trovarsi impreparato davanti a casi come quello di cui è stato protagonista. Sicuro di sè si è quindi recato presso lo sportello Soget della sua città invitando l’operatore a dargli spiegazioni sulla notifica di pagamento ricevuta. L’addetto, ci racconta il cittadino, ha quindi controllato sul computer ed effettivamente la bolletta per la spazzatura risultava pagata. “C’è stato un errore” ha detto chiaramente in difficoltà l’operatore dello sportello, ma intanto se il cittadino non avesse avuto la sicurezza di non essere mai stato insolvente, magari avrebbe pagato la bolletta che, in verità, era pienamente in regola. Circa cento euro l’ammontare del versamente che gli era stato richiesto (di cui circa 6 euro solo di notifica). Una somma che seppure irrisoria, di questi tempi, per una famiglia di medio reddito significa comunque un sacrificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche