21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Provincia

I rifiuti restano in strada. E’ allarme in 4 Comuni


TARANTO – Da sabato scorso non tutte le pattumelle vengono svuotate ed i rifiuti restano per strada. In quattro Comuni serviti dalla società Avvenire si rischia l’emergenza. Vedere i sacchetti per strada in molte zone dell’abitato di Statte, Massafra, Mottola e Castellaneta riporta alla mente il caso Napoli e le amministrazioni comunali già corrono ai ripari. E’ fissato per lunedì mattina un incontro in Prefettura per aprire le procedure di conciliazione tra l’azienda, i sindacati ed i Comuni. “Il problema è serio” ci spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Statte che proprio in questi giorni ha avviato una nuova fase di raccolta spinta porta a porta dei rifiuti sul territorio cittadino.

“Questa situazione penalizza il sistema perchè crea uno stop alla raccolta differenziata che stiamo cercando di elevare ai massimi livelli” osserva. Il problema scaturisce dal fatto che dal 21 luglio scorso i lavoratori della società Avvenire sono in stato di agitazione perchè non hanno ricevuto lo stipendio di luglio e la quattordicesima. Si stanno quindi astenendo dagli straordinari e questo comporta le difficoltà di riuscire a coprire il servizio su tutto il territorio dei quattro Comuni. “Abbiamo le mani legate anche noi – insiste l’assessore Vincenzo Chiarelli – perchè se l’azienda non consegna ai Comuni il documento di regolarià contabile che viene rilasciato dall’Inps non possiamo liquidare le fatture”. Insomma è il classico cane che si morde la coda. I Comuni non pagano l’azienda e l’azienda non eroga gli stipendi ai dipendenti che, quindi, protestano a danno dell’igiene delle città. “Non possiamo che essere solidali con i lavoratori – conclude Chiarelli – ed è per questo che auspichiamo una rapida soluzione al problema. Intanto sollecitiamo la società Avvenire a far fronte ai propri impegni perchè questa situazione è fonte di grande disagio per tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche