18 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Maggio 2021 alle 08:41:07

Provincia

Orfani della rassegna di pittura

Dopo cinquant’anni riflettori spenti sulla “creatura” di Rogante


MOTTOLA – Già si sente, a Mottola , che non sarà un Natale, come i  “Natali” che si sono succeduti da cinquant’anni in qua. E questo lo si sapeva.
Dopo 50 anni sarà un Natale senza la Rassegna di Pittura “Città di Mottola”, inventata, gestita e fortemente voluta da Giovanni Rogante.
Quindi riflettori spenti e galleria con i battenti chiusi dal 24 dicembre al 5 gennaio.
Il vuoto si avverte già, la nostalgia la fa da padrona, le strade di Mottola mancano di manifesti e festoni che prean­nunciavano l’appuntamento.
I mottolesi si sentono orfani di una manifestazione che ha fatto storia e che sinora non ha trovato un suo continuatore (ma ci sarà mai?).
D’altra parte si sapeva che non era facile trovare un altro Giovanni Rogante che ha avuto la pazienza, la caparbietà e la determinazione di resistere a tutte le intemperie e a tutti gli ostacoli che, volta per volta, si sono presentati in cinquant’anni. Eppure non tutti si sono rassegnati, a partire dal Sindaco della città, che le ha tentate tutte per far tornare sui suoi passi Giovanni Rogante, a finire ai tanti artisti e amici che giorno dopo giorno stanno tempestando di telefonate il loro vecchio padre-padrone della Rassegna.
È vero, tremendamente vero. La Rassegna non c’è più.
D’altra parte nell’ultima presentazione dell’edizione n° 50 del libro sulla Rassegna dell’anno scorso Giovanni Rogante è chiaro: “Sono consapevole del fatto che questa mia creatura  il prossimo anno non sarà più con me e tutto questo non è per niente facile”.
E poi: “Adesso siamo in dirittura d’arrivo e, anche se con rammarico, annuncio la conclusione di questa Rassegna d’arte alla quale ho dato tanto ma che ha dato tanto anche a me. È giusto che sia così. Non è giusto, invece, chiedere l’impossibile a chi per Cinquant’anni si è fatto in quattro per il suo paese.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche