16 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 16:59:00

Provincia di Taranto

Ambulanti e commercianti. Caccia agli ‘sporcaccioni’


MARTINA F. – Pugno di ferro contro chi sporca strade e piazze. I vigili urbani sono già in agguato e nonostante questo c’è ancora chi continua ad imbrattare le vie del centro. La segnalazione viene direttamente dall’assessore alla Cultura, Antonio Scialpi che dalle pagine di facebook, nei giorni scorsi, ha puntato il dito contro i commercianti, soprattutto quelli del borgo antico, che a fine giornata hanno l’abitudine di trascinare i sacchi della spazzatura lungo le strade per raggiungere i cassonetti, lasciando inevitabilmente “convergenze parallele di percolato”. Lunghe strisce di sporcizia per le quali, fa osservare l’assessore, si spendono circa 8.000 euro per lo spazzamento straordinario. Non basta, infatti, la pulizia ordinaria con l’acqua, servono interventi specifici per eliminare quello sporco dalla pavimentazione del centro storico.

Nemmeno le multe sembrano aver scoraggiato “gli sporcaccioni” perché il fenomeno continua a persistere a danno di tutti visto che, per la pulizia, il Comune è costretto a subire spese aggiuntive. Stesso discorso vale per le aree mercatali dove, sovente, gli ambulanti non portano via il materiale (sacchetti, scatole ed altro). Ma anche per loro l’amministrazione Ancona ha riservato l’invito a tenere pulite le aree alla chiusura delle attività giornaliere. Ora con l’arrivo dei nuovi mercati rionali il problema si accentuerà e quindi si corre ai ripari. Nel regolamento stilato dal commissario prefettizio Sandro Calvosa e modificato solo un paio di giorni fa dalla nuova amministrazione comunale, è previsto persino il ritiro della licenza per chi non si attiene alle norme di igiene post-mercato. Sono gli stessi ambulanti ad aver notato quell’opzione tra le pagine del corposo regolamento. “Per chi lascia per tre volte i rifiuti sulla strada – ci racconta uno di loro – c’è il ritiro della licenza”. Una disposizione che fa certamente discutere gli ambulanti, per ora sommariamente soddisfatti del nuovo regolamento.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche