15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Provincia

Passa il Rendiconto 2011 ma è battaglia sull’Imu


PALAGIANO – Passa con i voti della maggioranza il Rendiconto di Gestione 2011, ma il dibattito si fa duro quando in aula si discute di Imu. Stamattina il consiglio comunale celebrato di buon ora (erano all’incirca le 9 quando è cominciata la seduta) ha immediatamente aperto la discussione sul bilancio di gestione dell’anno passato. Un confronto pacato tra maggioranza ed opposizione che si è concluso con la votazione favorevole al Rendiconto da parte di 12 consiglieri di maggioranza. Ovviamente i 5 presenti dell’opposizione hanno votato contro. Ma tra i due schieramenti il dibattito si è infuocato quando l’attenzione si è spostata sull’istituzione dell’imposta municipale propria.

Il regolamento è passato, ma al momento di andare in stampa era ancora in discussione la determinazione dell’aliquota che l’amministrazione di centrosinistra guidata dal sindaco Antonio Tarasco ha lasciato pressoché invariata rispetto alla prima tranche se non fosse per la seconda casa. Ed è qui che si è animato il confronto in aula. Dai banchi di opposizione il consigliere di Palagiano nel Cuore, Francesco Serra ha battuto i pugni sul quel +0,24 per mille che grava su cui possiede la seconda casa. L’aliquota stabilita dalla giunta è, infatti, dell’1 per mille (per la prima tranche stabilita dal governo nazionale era dello 0,76 per mille). “Perchè non azzerare le indennità degli amministratori, pari a circa 70mila euro, per coprire gli aumenti imposti ai proprietari?” ha proposto Serra al consiglio. Ma nulla. La sua idea è stata immediatamente bocciata dall’assessore all’Urbanistica Amatulli che ha chiarito l’impossibilità di stornare quelle somme per la copertura dell’Imu in aumento. Il confronto è andato avanti con gli interventi degli altri consiglieri con Narracci che cercava di moderare i toni. Ma dalla maggioranza non sembravano intenzionati a mollare. Quindi per dicembre è in arrivo la nuova pressione fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche