31 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 31 Luglio 2021 alle 22:04:00

Provincia di Taranto

«Disagi per i bus del Ctp sovraffollati»

Un gruppo di viaggiatori scrive al prefetto


PULSANO – “Con la riapertura delle scuole sono iniziati anche i disagi per chi è costretto a viaggiare sui pullman di linea gestiti dal Consorzio Ctp”. Ad affermarlo è Mario Mercuri, rappresentante dei viaggiatori di Pulsano in una missiva inviata al prefetto.
“In particolare, sulla linea Lizzano-Pulsano delle ore 6.45, il numero elevato di studenti a bordo del pullman costringe lavoratori e studenti stessi a rimanere in piedi per tutto il tragitto, cosa che comporta seri rischi sul piano della sicurezza a bordo dei mezzi- prosegue Mercuri- il sovraffollamento a bordo dei bus è legato principalmente al crescente numero di studenti che frequentano gli istituti superiori di Taranto ma anche alla mancata programmazione da parte dei vertici del Ctp , dell’aggiunta di linee supplementari, in previsione della riapertura delle scuole di ogni ordine e grado nel mese di settembre.
Disagi questi che si aggiungono ai ritardi provocati dai lavori per la realizzazione della nuova superstrada Taranto-Maruggio che continuano a creare ingorghi e rallentamenti del traffico veicolare all’altezza della nuova rotatoria di viale Unità d’Italia-aggiunge-la mancanza di sicurezza a bordo dei pullman della Ctp che è stata più volte denunciata ai vertici dell’azienda stessa, attraverso le pagine dei quotidiani locali e regionali ma senza mai aver avuto riscontri positivi. Molti pullman non sono dotati di estintori e dei martelletti frangi vetro che dovrebbero, per legge, essere posti tra un finestrino e l’altro, onde consentire la fuga dei passeggeri in caso di incendio a bordo dell’abitacolo. La mancanza di sicurezza a bordo dei pullman assume carattere d’urgenza, posto che, il parco auto della Società compartecipata (regione Puglia e provincia di Taranto) è composto da mezzi vetusti e con molti chilometri al loro attivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche