25 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2021 alle 11:57:00

Provincia di Taranto

Massafra, visita al cantiere del Santuario della Madonna della Scala

Il sindaco Quarto fa il punto sui lavori della messa in sicurezza


MASSAFRA – Procedono in
modo spedito i lavori di
messa in sicurezza alla Chiesa
Rupestre della Buona Nuova,
dopo il crollo parziale della
volta, avvenuto lo scorso 19
gennaio 2017, e che aveva
compromesso la fruibilità
della stessa Chiesa rupestre
e del prospicente Santuario.

Il sindaco Fabrizio Quarto,
accompagnato da tecnici e
impresa, ha effettuato un
sopralluogo al cantiere per
verificare lo stato dei lavori e
conoscere le opere che saranno
messe in atto per eliminare
i pericoli e rendere nuovamente
fruibile il Santuario
della Madonna della Scala.
La Diocesi di Castellaneta,
proprietaria del bene, per
mano di don Giuseppe Oliva,
rettore del Santuario, ha
affidato la progettazione e
la direzione dei lavori a professionisti
locali facenti parte
dell’Associazione Ingegneri e
Architetti Massafra.

Lo stesso Don Giuseppe Oliva
da subito si era speso per
far sì che la Chiesa rupestre
fosse messa in sicurezza e il
noto Santuario diocesano potesse
essere reso accessibile
ai tanti fedeli e turisti che
abitualmente percorrono le
lunghe rampe di scale per raggiungerlo
nel fondo gravina.
Il gruppo dei professionisti
dell’A.I.A.M. è composto:
dall’arch. Chiara Castellano,
dall’ing. Salvatore Fiore,
dall’ing. Angela Laterza, dal
dott. Francesco Leggieri,
dall’arch. Maristella Maraglino
e dal geol. Antonio Tramonte.

L’impresa che esegue i lavori
è la D’Auria Costruzioni di
Mottola.
Il progetto di messa in sicurezza
della Buona Nuova è
molto accurato e consiste nella
predisposizione di un piano
di puntellatura, all’interno
dell’ipogeo, appositamente
“disegnato” in funzione dello
stato di fatto della struttura
della Chiesa rupestre e del suo
contesto.
Importante sarà la realizzazione
dell’opera di scavalco
necessaria a superare totalmente
il solaio della cripta,
attraverso una struttura
provvisionale in legno, perchè
possa essere reso fruibile
l’accesso al Santuario della
Madonna della Scala.
I professionisti hanno sottolineato
che la progettazione
degli interventi ha visto
un approfondito studio del
manufatto, sia da un punto
di vista storico, sia architettonico,
sia geologico, inserito
come è in un sistema
naturale-culturale di notevole
pregio, verificando anche la
tipologia del sottosuolo e
delle cavità.

I lavori, iniziati lo scorso 15
maggio,dovrebbero concludersi
alla fine del prossimo
mese di giugno.
Il sindaco Fabrizio Quarto si
è complimentato con i tecnici
dell’A.I.A.M. per l’accurato
lavoro di progettazione
svolto e per la direzione che
metteranno in atto nei prossimi
giorni. Sempre il sindaco
Quarto rivolge un plauso al
rettore don. Giuseppe Oliva
per l’impegno profuso nel
voler rendere fruibile il Santuario
della Madonna della
Scala, nel volerlo mettere in
sicurezza e migliorare tutto
il suo sistema monumentale
nel più breve tempo possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche