20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 15:55:41

Provincia

Dimessa l’ultima paziente. Da oggi è chiusa ostetricia


TARANTO, 05/06/2002 OSPEDALE DI MANDURIA

MANDURIA – C’è assoluto silenzio tra i corridoi del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Giannuzzi. Da oggi quel reparto è ufficialmente chiuso. Ieri alle 14 circa è stata dimessa l’ultima paziente che ha partorito in quella struttura per la quale la fase 2 del piano di rientro, dettato dalla Regione Puglia, ha deciso la chiusura di quei reparti, dell’Utic e del Punto Nascita. Ma per ora i ben informati parlano di una chiusura solo temporanea dettata dalla carenza di medici-ginecologi. Tra loro c’è anche il dott. Bartolo Punzi, consigliere provinciale che, prima dell’approvazione del piano di rientro, ha rotto col suo partito, il Pd, proprio per difendere il Punto Nascita del Giannuzzi. Da oggi, anche lui, è ufficialmente fuori da quella struttura.

Sta per trasferirsi al San Marco di Grottaglie dove alcune voci lo vedrebbero come papabile alla carica di primario dopo la prematura scomparsa del dott. D’Amore. Altri due medici, fino a ieri in servizio al Giannuzzi, sono invece stati trasferiti al SS. Annunziata e con loro anche tutte le mamme che prima di lunedì scorso avevano deciso di partorire a Manduria. Il 27 agosto, infatti, sono stati bloccati i ricoveri. Poi qualche giorno per dimettere le ultime partorienti e da oggi il silenzio più totale. Una corsia buia e desolata. Così si presentava oggi, mentre dall’altra parte, nel reparto di ginecologia dell’ospedale San Marco la frenesia e la mole di lavoro raddoppiano. In attesa della nomina del nuovo primario a dirigere il reparto c’è il dott. Attilio Pignatelli sotto la diretta resposabilità del capo del dipartimento, dott. La Grotta. Sarà lui a dover indicare al direttore generale dell’Asl Scattaglia chi nominare primario del reparto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche