Provincia

Sono tornati i lupi. Allevatori in allerta


MASSAFRA – Tre pecore morte in una masseria nei pressi del Ponte di Cernera. Cani randagi o lupi? Torna il terrore in gravina dove un paio di anni fa un asino fu trovato morto alle porte di Laterza ed un anno prima altri animali si presume siano stati uccisi dai lupi. E’ allarme a Massafra. C’è chi dice di averli visti. Un agricoltore del posto racconta di averne avvistato uno nelle campagne a nord di Massara, tra Mottola e Crispiano. Vivrebbero indisturbati tra la gravina ed i boschi delle contrade Boara e Vallenza, tra Mottola e Crispiano. Una zona isolata caratterizzata dalla macchia mediterranea dove, un branco presumibilmente composto da tre, al massimo quattro lupi, si sarebbe spinto probabilmente proveniente dalla murgia dove la loro presenza è notoria.

L’allevatore di contrada Cernera si è già rivolto all’avvocato Vito Miccolis per chiedere il risarcimento delle tre pecore trovate morte. Per lui si tratta certamente di lupi visto il modo con cui i tre animali sarebbero stati uccisi. Già in passato gli allevatori avevano segnalato la presenza di lupi nella gravina chiedendo il risarcimento del danno subito. Ma allora non ci fu risposta. Oggi l’avvocato Miccolis, che veste anche i panni di capogruppo del Pd in consiglio comunale a Massafra ed ha un passato di assessore provinciale, chiede che le istituzioni facciano la loro parte. “La Provincia intervenga in questa situazione che sta allarmando l’intera comunità – afferma – perchè quei lupi sono stati avvistati a pochi chilometri dalle case. Si diano maggiori garanzie agli allevatori che hanno subito il danno e soprattutto si garantisca la sicurezza per i cittadini”. Cittadini ed allevatori che, altrimenti, potrebbero cominciare a farsi giustizia da soli. L’ultimo lupo ucciso nella zona di Massafra risale agli inizi del Novecento.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche