21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Provincia

Il Pd corteggia Sel. Manovre in giunta?


GROTTAGLIE – Rispunta il progetto per l’allargamento della maggioranza ed il Pd strizza l’occhio a Sel. La verifica è cominciata. Ieri sera nel quartier generale del Pd, i consiglieri, i capigruppo ed i responsabili cittadini dei partiti della coalizione “Grottaglie oltre” si sono ritrovati per fare un primo punto dell’attività svolta dall’amministrazione guidata da Ciro Alabrese. Una verifica post-bilancio che è stata richiesta a più voci e che ha anche l’obiettivo di rimettere ordine nella geografia politica della coalizione originariamente composta da Pd, Idv, Udc, Io Sud, Unità dei Cattolici, Ambiente e Lavoro, Api. Oggi gli assetti sono cambiati, nel senso che c’è stato un rimescolamento delle carte.

Ex Idv ora fanno un gruppo a sè, ex Udc sono passati con i dipietristi, mentre Api è fuori dalla coalizione. Situazioni che stanno provocando inevitabili ripercussioni anche in giunta e l’istanza di azzeramento per ripartire a bocce ferme è già partita. Il consigliere Francesco Donatelli del Pd non ha dubbi: Ritengo non molto esaltante questo primo anno di attività amministrativa e pertanto sarebbe opportuno azzerare l’esecutivo per rimettere ordine in una situazione ingarbugliata”. In questo progetto rientrerebbe anche l’allargamento della maggioranza a Sel con cui già in occasione del turno di ballottaggio la coalizione “Grottaglie oltre” strinse un accordo che portò alla vittoria di Alabrese (in campagna elettorale Sel candidò a sindaco Enzo Lacorte, ora capogruppo tra i banchi di opposizione). Quell’intesa è stata tirata fuori dal cassetto in cui era finita all’indomani del voto. “Ora c’è la volontà di riprendere il discorso” ci conferma Massimo Serio del Pd e sarebbe proprio il suo partito a caldeggiare l’allargamento della maggioranza a Sel “anche in sintonia con quello che sta accadendo a livello nazionale” e quindi in vista di manovre unitarie per le prossime politiche. Ma l’ingresso di Sel in maggioranza significherebbe quindi anche un assessorato in meno per chi è già con Alabrese. La situazione si complica. Sette poltrone non sembrano bastare. Chi rinuncerà tra Udc, Idv, Pd e Sel? Pronti a saltare i due esterni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche