12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Provincia

Torre e Palazzo Ducale ora si rifanno il look


MARTINA F. – Dall’1 ottobre via ai lavori di sistemazione della torre dell’Orologio di piazza Plebiscito. Le condizioni dello stabile risultano precarie e con una spesa di poco superiore ad 11mila euro il Comune sta provvedendo a mettere in sicurezza l’imponente torre che sfreccia dalla piazza centrale del paese. Il caso era stato segnalato anche attraverso queste colonne quando, non più tardi di un mese fa, la ditta manutentrice dell’orologio segnalava problemi di natura statica sulle strutture portanti del sistema campanario. Sono, dunque, partiti a cura della stessa ditta le verifiche e dall’1 ottobre l’intera torre sarà cantierizzata per i lavori di restauro, pulizia e soprattutto messa in sicurezza dell’orologio.

Con un’ulteriore spesa di 5mila euro il Comune ha, infatti, incaricato la ditta Serveco di disinfestare e ripulire la torre soprattutto dagli escrementi di colombi ed altri volatili. Infine, a costo zero per il Comune perchè eseguiti dagli operai comunali, saranno ripristinati gli intonaci della volta della torre. Intanto anche il Palazzo Ducale cambia volto. O meglio torna alla sua veste originale. Sono iniziati, infatti, i lavori di ritinteggiatura della facciata. Un intervento che tecnici ed assessori comunali della giunta Ancona hanno voluto a seguito della colorazione rosa disposta, invece, con il precedente restauro del palazzo seicentesco. “Si sta riparando a carico dell’impresa – ha dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici, Franco Convertini – l’errore dalla stessa commessa. Sarà nostra cura evitare il ripetersi di queste situazioni attraverso un rigoroso controllo sui lavori”. “Sono due notizie positive – ha commentato l’assessore alle Attività e ai Beni Culturali, Antonio Scialpi – e per quanto mi riguarda nei prossimi mesi sono impegnato alla sistemazione, nei locali del Palazzo Ducale attigui a via Barnaba, degli scaffali della Biblioteca per consentire alla stessa di ritornare ad essere sala di ricerca e di lettura e contestualmente per sistemare l’archivio storico ora abbandonato nella mansarda del Palazzo. Tutto ciò comporterà una riorganizzazione dei servizi bibliotecari e archivistici in un’ala del Palazzo Ducale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche