Provincia

Chiostri e cortili aperti per la giornata europea


MARTINA F. – La città apre i suoi tesori architettonici e monumentali in occasione della giornata europea del patrimonio. Nei giorni di sabato 29 e domenica 30 settembre, chiostri, cortili, palazzi e chiese apriranno porte e cancelli per un excursus nelle bellezze storiche, architettoniche e paesaggistiche della città. Stamattina c’è stata la presentazione a Palazzo Ducale del programma curato dagli assessori al Turismo, Pasquale Lasorsa e ai Beni Culturali, Tonino Scialpi. “Abbiamo voluto prendere parte alla giornata europea del patrimonio 2012 – ha spiegato Lasorsa – perchè riteniamo che Martina Franca abbia tante bellezze da mostrare.

Luoghi antichi che non tutti ancora conoscono e che soprattutto non sono solo pubblici”. E qui la novità e la meraviglia dell’evento. “Nella ricerca dei luoghi più interessanti da inserire nel programma di visite – ha aggiunto Lasorsa – abbiamo potuto notare che esistono strutture che sono dei veri e propri gioielli, perché custodiscono preziosi tesori ed affreschi di epoche antiche. Cortili e palazzi di proprietà privata che gentilmente saranno aperti al pubblico con cordialità e disponibilità massima che abbiamo riscontrato. E’ la prima volta che ciò accade ed è assolutamente un elemento da non trascurare”. Già in estate l’amministrazione comunale ha aperto alle visite guidate le sale affrescate di Palazzo Ducale ed i 20mila visitatori sono l’elemento di partenza della nuova sfida turistica lanciata per fine mese. Dalle prime ore del mattino e fino a tarda sera chiostri, chiese (tra cui la più antica è quella di San Vito dei Greci recentemente sottoposta a restauro degli affreschi) e lo stesso Palazzo Ducale resteranno aperti per accogliere i visitatori. Appassionati o semplici curiosi che potranno scaricare direttamente dal sito internet del Comune il programma degli eventi. Alle visite guidate affidate ai volontari dell’Ecomuseo Valle d’Itria e ad alcuni docenti di storia antica, si aggiungeranno, infatti, mostre pittoriche, musica classica e barocca nei chiostri ed uno spettacolo teatrale nell’ospedaletto e nel chiostro di San Domenico, anche questo recentemente restaurato. “Sicuramente un’occasione da non perdere” chiosa l’assessore Lasorsa che chiaramente rivolge l’invito anche ai martinesi a prendere parte alla due giorni per scoprire e riscoprire bellezze e tesori di Martina Franca. Ovviamente tutte le iniziative sono gratuite.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche