Provincia

​Massafra alla Bit per promuovere il territorio​

​Il sindaco Fabrizio Quarto presso lo stand “Terra delle Gravine” ha parlato delle peculiarità della Tebaide d’Italia​


MASSAFRA – Nei giorni scorsi, approfittando della Bit
di Milano, la Borsa Internazionale del Turismo, vetrina
d’eccellenza che mette in mostra ogni potenzialità del
territorio, il sindaco Fabrizio Quarto, durante un incontrostampa
presso lo stand dedicato alla “Terra delle Gravine”,
ha parlato delle peculiarità di Massafra, soffermandosi sui
suoi tesori culturali, storico-ambientali e sulla completezza
socio-culturale che il territorio massafrese offre.

Il sindaco, nel corso del suo intervento, ha anche
sottolineato come il “turismo esperienziale”, con il suo
spirito cooperativistico, possa promuovere l’eccellenza del
territorio, quali le Gravine, patrimonio naturalistico unico e
di rara bellezza. Quarto ha anche evidenziato che, in questa
fase,i comuni facenti parte della “Terra delle Gravine”
avvertono la necessità di unirsi per un obiettivo comune: fare
rete condividendo l’economia turistica e rendendo questo
territorio un luogo capace di offrire una proposta turistica
particolarissima.

Il sindaco, quando si è soffermato sui tesori massafresi, ha
parlato della civiltà rupestre,delle suggestive e accattivanti
leggende legate alla Grotta del Ciclope o a quella del Mago
Greguro e Magarella, questi ultimi da lui definiti, in modo
“fantasioso” e “accattivante”, come veri e propri antenati di
Harry Potter, suscitando così l’attenzione e la curiosità dei
buyer e degli operatori del settore, presenti all’incontro.
Si è parlato anche di progettualità e programmazione, sia
con i comuni della Terra delle Gravine, sia in autonomia,
ma sempre con un unico obiettivo: creare un marchio
spendibile sul mercato del turismo in grado di creare
marketing territoriale condiviso.
La strada intrapresa – ha concluso il sindaco Quarto – è
quella giusta.
Ora occorre fare sintesi tra i vari progetti messi in atto,
con un occhio particolare al redigendo Piano Urbanistico
Generale, pensato in una strategia sovracomunale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche