23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 12:23:14

Provincia

“Modificate il regolamento sulle antenne telefoniche”


MARTINA F. – Antenne e fotovoltaico. Sono gli argomenti portanti del consiglio comunale di oggi. Per la prima volta (e forse anche l’ultima se l’Udc deciderà di passare a sinistra seguendo l’andamento nazionale), il partito di Casini ed il Pdl propongono interrogazioni unitarie. L’ordine del giorno della seduta odierna, convocata per le 16.30, si apre, infatti, con due interpellanze proposte dall’Udc, Pdl-Pp ed Idealista sull’installazione dei panelli solari nella zona industriale e sulla rimozione di un’antenna telefonica nel centro storico. Dai banchi di opposizione, cioè, verrà chiesto all’amministrazione Ancona di fare chiarezza su quanto si sta facendo in merito alle due tematiche.

“Era luglio – ricorda il consigliere del Pdl, Antonio Fumarola – quando sollevammo il problema dell’antenna telefonica in via Verdi. Una delle tante che invadono il centro storico martinese e per le quali, invece, riteniamo si debba cominciare a fare ordine. La mia richiesta in aula sarà appunto quella di rivedere il regolamento sulle antenne telefoniche affinchè si faccia chiarezza e soprattutto venga rimossa quell’antenna ad appena cinque metri dal Palazzo Ducale”. Una lotta contro l’elettrosmog che anche i cittadini avevano avviato quando la compagnia telefonica iniziò ad avviare i lavori per l’installazione. Alla protesta dei residenti si aggiunse la rischiesta in consiglio comunale di un intervento dell’amministrazione che rispose con un’ordinanza. “Un provvedimento che ha lasciato il tempo che trova – osserva Fumarola – perchè nel regolamento comunale è stabilito che il Comune può revocare i permessi, ma indicando siti alternativi. Cosa che ancora non mi risulta sia stata fatta. E’ chiaro, quindi, che l’azienda ha proceduto con l’installazione ed oggi quell’antenna è lì in pieno centro storico dove ce ne sono altre cinque”. Una concentrazione che non convince il consigliere pronto a dare battaglia contro l’elettrosmog.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche