14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Aprile 2021 alle 15:33:31

Provincia

Taranto vuole essere la città capoluogo


TARANTO – I sindaci dicono sì all’accorpamento con Brindisi, ma premono perchè sia Taranto la città capoluogo. Appellandosi alla legge che stabilisce debba essere la città più popolosa a guidare le nuove province, i sindaci ieri sera chiamati dal presidente Florido, hanno ribadito all’unisono l’opportunità che una super-provincia potrà dare ad entrambi i territori. Con due porti, due aeroporti, due aree industriali, la nuova provincia potrà avere più ruolo e valenza sui tavoli istituzionali regionali e nazionali. Da sempre bistrattate rispetto alle aree barese e leccese, Taranto e Brindisi cercano ora il riscatto e l’occasione del riordiono delle province sembra essere quella giunta.

In aula presenti anche parlamentari, consiglieri regionali e l’assessore regionale Michele Pelillo. Tutti convinti che qualcosa di positivo si possa trarre da questo accorpamento. Unica voce stonata è stata quella di Avetrana che oggi in consiglio comunale valuta l’ipotesi di passare a far parte della Provincia di Lecce. “Siamo più omogenei con quel territorio che con Taranto” ha detto il vicesindaco Scarciglia. Ma se Taranto dovesse perdere Avetrana, potrebbe conquistare Locorotondo che, insieme a Martina Franca, guarda ad un progetto unitario per lo sviluppo della Valle d’Itria. Raccolti i pareri, ora toccherà al presidente Florido decidere ed inoltrare alla Regione il piano di riordino. Intanto da Brindisi il presidente Ferrarese, che puntava sul doppio capoluogo, scalpita e ricorre al Tar Lazio contro la legge nazionale che di fatto ha cancellato la sua provincia. Pronto a candidarsi alle politiche ribadisce: “Difenderò il mio territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche