28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 18:20:00

Provincia di Taranto

Il sindaco non molla: “Largo Bino area pedonale”


LIZZANO – Lavori di riqualificazione di Largo Bino. Il sindaco Dario Macripò si difende. “La ristrutturazione consentano di riscoprire luoghi e spazi dimenticati da decenni. Prima non se ne curava nessuno, poi come per incanto tutti a dare consigli sul dove e sul come. Cosi è stato per esempio per la piazza centrale del paese (piazza Matteotti), per i lavori di ampliamento della fogna bianca, per i lavori di riqualificazione della Villa San Nicola, per i lavori di riqualificazione della piazzetta del Rosario, per l’acquisto della Torre dell’Orologio, per i lavori di riqualificazione della piazza IV Novembre (sempre per citarne alcuni)”. Come a dire che l’opposizione è contraria a tutto. Nei giorni scorsi i riflettori si sono accesi sui lavori di largo Bino e sulla realizzazione della piazzetta rialzata.

“Non abbiamo la presunzione di dire che la soluzione adottata nella riqualificazione è l’unica soluzione, ma non accettiamo chi parla di scempio – insiste il sindaco. Lo scempio semmai è di chi per tanti anni si è disinteressato di riqualificare quello scorcio di centro storico”. Un Largo nel centro storico antistante la Torre dell’Orologio, dalla valenza storica non solo per la presenza della Torre ma anche per il nome “Raffaele Bino” valoroso eroe lizzanese morto per la patria nel corso della prima guerra mondiale. Un Largo utilizzato per parcheggiare autovetture, utilizzato dalle auto che defluiscono dalla via Umberto ma anche da quelle altre che impegnano via Salvator Rosa e via Canova. Da qui, secondo Macripò, la necessità, nella riqualificazione, di contemperare le esigenze del traffico veicolare con quelle di quanti vogliono utilizzare Largo Bino come punto di aggregazione. “Unico dispiacere – conclude il sindaco – è stato quello di non poter garantire il giusto lustro ed attenzione alla chiesetta di San Giuseppe, ma rimedieremo presto perché tutta l’area sarà solo pedonale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche