Provincia

​Tre milioni di euro per l’ex Ala Fantini​

Il sindaco di Montemesola: «Ripagati impegno e lavoro»


MONTEMESOLA – “Siamo all’inizio
dell’estate e, nonostante, il richiamo delle
vacanze sia forte, l’attività dell’amministrazione
comunale di Montemesola non
conosce sosta, anzi prosegue instancabile
e fa registrare ulteriori risultati positivi
che si aggiungono alla serie di successi
raggiunti in questi anni”.

Così il sindaco
Vito Punzi. E’ notizia di questi giorni
l’ottenimento di un finanziamento di
3.000.000 di euro erogati dal CIS.
“Quando ho appreso la notizia – dichiara
il primo cittadino – ho visto ripagati l’impegno
ed il lavoro profusi in questi anni;
già all’indomani della nostra rielezione
nel 2015 abbiamo intrapreso un percorso
di proposta e confronto all’interno del tavolo
tecnico del CIS a seguito dell’ormai
famosa questione ambientale legata alla
vicenda Ilva. Il progetto presentato dal
nostro Comune era ed è ambizioso ed un
primo importante passo è stato fatto.

Con questo corposo stanziamento si procederà
ad effettuare uno studio di fattibilità
e la conseguente caratterizzazione
dell’area ex Ala Fantini per arrivare, si
spera, alla auspicabile e, per certi versi,
ancora più ambiziosa acquisizione dell’area
per bonificarla e convertirla affinché
possa diventare fruibile e, soprattutto,
produttiva. I risultati collezionati da questa
Amministrazione non riguardano
solo l’arrivo di finanziamenti che, per
quanto importanti, non hanno effetto
immediato e visibile.Il riconoscimento
da parte di un Ente terzo come la Regione
del buon lavoro svolto durante l’anno
nell’ambito della raccolta differenziata è
un premio attribuito alla comunità intera
che ne godrà i benefici in maniera tangibile
e concreta.

“Il raggiungimento di elevate
percentuali di raccolta differenziata
ha consentito a Montemesola di essere
annoverato tra i Comuni virtuosi della
nostra regione, ciò significa – prosegue il sindaco – che l’importo dell’ecotassa
regionale sui rifiuti scende da 6,69 euro
per tonnellata a 5,17 euro.Grazie ad una
diversa e più puntuale gestione della raccolta
e, soprattutto, all’impegno di tutti i
cittadini di Montemesola, ai quali va il
plauso dell’amministrazione comunale,
il prossimo anno potremo (imprevisti a
parte) vedere ridursi l’importo della Tari
e vedere in maniera più concreta gli effetti
positivi della differenziazione dei rifiuti.

L’ultimo traguardo in ordine di tempo,
ma non di importanza è la chiusura di
una incresciosa vicenda giudiziaria che
si protraeva ormai dal 2015.
Alla vigilia delle ultime elezioni amministrative
un consigliere di minoranza ed
un gruppo di sottoscrittori, presumibilmente,
a lui vicini, presentarono un esposto
denuncia alla Procura della Repubblica
riguardante, di fatto, l’intero operato
dell’Amministrazione Punzi 2010-2015.
“E’ una vittoria della giustizia della quale,
peraltro, non avevo mai dubitato –
commenta il sindaco Vito Punzi – è una
vittoria per l’intera squadra che vede ribadita
la propria onestà cosa, anche questa,
della quale avevo ed ho la certezza.
Non è stato facile affrontare questo travaglio
perché, pur essendo assolutamente
certo della onestà e della assoluta trasparenza
con le quali abbiamo adottato i
procedimenti amministrativi per i quali
venivamo citati, non avendo familiarità,
fortunatamente, con questo genere di
cose, a volte, è mancata un po’ di serenità.

È mancata quando, per aver cercato
di fare del mio meglio per il mio paese
venivo indagato, interrogato, controllato
e con me i miei colleghi di amministrazione
e gli uffici comunali che hanno dovuto
occupare parte del loro tempo per
fornire documenti e delucidazioni agli
inquirenti, tempo sottratto alle normali
attività, sottratto ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche