Provincia

“Le bollette Tarsu non valgono nulla”


MARTINA F. – Stanno già arrivando nelle case, ma c’è chi sostiene che quelle bollette non vanno pagate “perchè nulle”. Si tratta delle notifiche per il pagamento della rata di novembre della Tarsu (la tassa sui rifiuti) che la Soget ha già emesso e spedito all’indirizzo dei contribuenti. “Non è ancora stato approvato il bilancio di previsione e quindi non si può stabilire l’importo delle nuove bollette”. E’ la tesi di Vito Pastore, ex commissario Udc che continua a seguire le vicende politico-amministrative della città dopo aver rinunciato alla candidatura alle ultime elezioni. “Non posso fare a meno di rilevare che questa amministrazione non ha discontinuità con il passato” afferma (dello stesso avviso, ma per altre ragion,i è anche il suo ex consigliere comunale Franco Mariella).

“Con l’amministrazione Palazzo – insiste Pastore – abbiamo assistito e denunciato procedure che non ci sono piaciute, perchè gli aumenti sulla Tarsu servivano a pagare i super stipendi ai dirigenti. Oggi, cambia il metodo, ma la filosofia è sempre quella. Si cerca cioè di fare cassa a danno dei cittadini. Perchè le bollette che stanno arrivando da circa una settimana nelle case dei martinesi non sono valide. Non essendo stato ancora approvato il bilancio di previsione in cui si stabilisce il ruolo, ovvero l’importo delle entrate della Tarsu (da calcolare peraltro in base a quelle che sono le spese sostenute per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti) non si può stabilire quali sono gli aumenti da disporre e quindi gli importi delle bollette da spedire ai cittadini. E’ un’escamotage per fare cassa. Siamo alle solite!” Il bilancio di previsione dovrebbe giungere in consiglio comunale entro fine mese (si ipotizza il 25 ottobre prossimo). Prima di allora, quindi, non è possibile calcolare la Tarsu a carico dei cittadini. Quelle bollette sono nulle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche