21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Provincia

Cervellera: “La consulta giovanile un’opportunità per Martina Franca”


MARTINA F. – “La Consulta giovanile deve essere un’opportunità per Martina Franca”. E’ quanto sostiene Giuseppe Cervellera, vice presidente del Consiglio comunale di Martina Franca per Sinistra Ecologia e Libertà. Per Cervellera formazione e partecipazione devono essere gli obiettivi dello strumento messo a disposizione dal Comune di Martina Franca. “In controtendenza con gli odierni studi di sociologia giovanile che attestano un allontanamento dei giovani dalla politica – continua – soprattutto nelle sue forme istituzionali quali partiti, sindacati ed altre organizzazioni, la scorsa campagna elettorale per le elezioni comunali a Martina Franca, ha fatto registrare una massiccia partecipazione dei nostri ragazzi in tutti gli schieramenti. Noi come amministrazione, abbiamo il dovere di alimentare questa partecipazione, per garantire il principio di trasparenza e per creare le basi per la costruzione di una consapevole e preparata classe dirigente”.

Pertanto Sinistra Ecologia e Libertà accoglie favorevolmente e con grande interesse la Consulta dei Giovani approvata in Consiglio Comunale, a patto che diventi luogo di crescita e di partecipazione, che sia in grado di formare le coscienze e la sensibilità dei ragazzi affinché la cosa pubblica possa essere percepita come Bene Comune da amministrare con serietà, pazienza, equità, etica ed onestà. “La Consulta giovanile di Martina Franca – spiega Sel – dovrà essere un organo capace di autonomia di pensiero e di azione, che deve avere come obiettivo quello di mettere in contatto le giovani generazioni locali con la politica e la macchina amministrativa, al fine di contribuire al miglioramento della qualità della vita della città”. Cervellera aggiunge che un’amministrazione che si dica al servizio dei cittadini, deve attuare tutte le politiche necessarie per coinvolgere i martinesi ed in questo caso i giovani. “Per “schizzinosi” che siano questi giovani – conclude il consigliere – non c’è alternativa a farli avvicinare al mondo della cosa pubblica perché è questo il senso della vera democrazia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche