20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 08:05:06

Provincia

Terreni allagati. La Destra: “Basta con le promesse”


SAN GIORGIO – Erano i primi mesi del 2012 quando gli agricoltori della fascia industriale ai piedi della collina Belvedere, al confine con Faggiano, si ribellarono perchè le loro terre venivano allagate dai reflui provenienti da una condotta colobradoro. Sono trascorsi quasi dieci mesi e la situazione non sembra essere cambiata. Arcangelo Alfeo, coordinatore cittadino della Destra ha effettuato nei giorni scorsi un nuovo sopralluogo. Le campagne restano allagate. “A marzo – ricorda Alfeo – il sindaco disse che avrebbe tutelato i suoi agricoltori e che avrebbe fatto una lettera al Ministro delle Politiche Agricole per accelerare i finanziamento in corso e risolvere il problema degli allagamenti tra la zona industirale di Faggiano ed i campi degli agricoltori sangiorgesi.

Purtroppo devo constatare che a distanza di diversi mesi il problema sussiste in tutta la sua gravita e per gli agricoltori la situazione si aggrava e si aggraverà ulteriormente con l’arrivo delle piogge autunnali”. Sott’accusa c’è il canale maestro che porta le acque depurate verso le campagne e che, nel tratto individuato dagli agricoltori sangiorgesi, sverserebbe a cielo aperto. Le acque per pendenza tendono a raggiungere le coltivazioni dove, negli ultimi anni gli agricoltori hanno dovuto sostenere spese ulteriori per liberare i campi dal fango. La situazione al momento resterebbe irrisolta. “Come al solito – insiste Alfeo – alle parole non sono seguiti fatti concreti, intanto il nostro territorio langue. Spero che questa amministrazione tolga presto il disturbo perchè, voglio ricordare che il sindaco è anche consigliere provinciale ed avrebbe potuto fare di più per questo problema”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche